Punto di osservazione

Home Punto di osservazione

La bellezza è negli occhi di chi guarda

La "salute" è oggi un concetto tanto ampio, quanto individuale. La verità di queste parole è ancor più evidente quando ci si rapporta a uno dei suoi aspetti più delicati: l’estetica. Non va sottovalutato come il " bello” possa assumere sembianze diverse da persona a persona.

La sedazione cosciente e la grotta di Tham Luang

Tutti abbiamo seguito con ansia quanto avvenuto recentemente in Thailandia dove 13 ragazzi sono rimasti imprigionati nella grotta di Tham Luang. Molti di loro non sapevano nuotare e sono stati guidati dai soccorritori per lunghi tratti sott’acqua, respirando ossigeno attraverso mascherine studiate per l’occasione. Una modalità di salvataggio messa a punto da un collega anestesista australiano.

Microbioma orale, questo amico sconosciuto

Siamo abituati a considerare il biofilm batterico presente nel cavo orale come colpevole a diverso titolo e con diverse responsabilità delle due malattie a eziologia infettiva con cui quotidianamente ci confrontiamo: la malattia cariosa e la malattia parodontale. Ma i nuovi studi sul microbioma salivare potrebbero condurre a conclusioni differenti...

Siamo certi che non sia meglio avere dubbi?

Scegliere è una delle cose che facciamo più spesso durante la vita privata e quella lavorativa. Scegliere durante l’attività clinica però non significa soltanto agire secondo i propri pensieri, le proprie idee, la propria formazione, il proprio credo. La nostra professione implica necessariamente prendere decisioni in accordo con i nostri pazienti, consigliarli e guidarli verso quelle terapie che riteniamo più adatte.

Molar Incisor Hypomineralization, conoscerla tutti per trattarla meglio

Le anomalie di struttura degli elementi dentari possono colpire i denti decidui o permanenti e, in base al momento dell’odontogenesi in cui interviene il fattore di disturbo, si presentano con gravità differenti. Alcune forme sono in netto aumento e di comune osservazione clinica, come per esempio la Molar Incisor Hypomineralization la cui prevalenza, a seconda delle casistiche, va dal 3 al 25 %.

Cooperazione tra diverse generazioni

Il paesaggio dell’odontoiatria è in continuo mutamento, grazie al costante apporto delle aziende e del mondo merceologico. Questa affermazione è tanto più vera quando si pensa alla rivoluzione digitale, ormai non più alle porte, ma in pieno svolgimento, destinata a cambiare l’aspetto degli studi, i flussi di lavoro e il modo di collaborare tra il personale.

Due minuti di ascolto per una cura a misura di paziente

Potrebbero bastare due minuti per cercare di capire cosa veramente ha bisogno il nostro paziente. Un'interessante ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, aveva dimostrato già nel 2002 che questo è il tempo che il paziente vorrebbe dedicare alle spiegazioni delle proprie necessità ed è anche il tempo che a un medico esperto e preparato nell’ascolto serve per capire le reali necessità del suo paziente.

La documentazione fotografica scientifica

Nel campo della documentazione iconografica in odontoiatria troviamo clinici che, sull’altare della fotografia, sacrificano tempo di lavoro e sostengono costi per le più moderne...

Digitale e virtuale: un nuovo paradigma di lavoro

Strumenti e tecniche digitali sono oramai ampiamente in uso nei nostri studi. Abbiamo oggi la possibilità concreta di sviluppare il processo di lavoro in un ambiente digitale/virtuale, lungo un percorso che si estende dalla diagnosi alla pianificazione del trattamento, sino alla produzione di “tecnofatti” che stanno già prendendo il posto dei vecchi “manufatti”.

Odontoiatria, un pianeta in continua rivoluzione

L’odontoiatria in un lasso di tempo ristretto è cambiata molto, tanto da diventare profondamente diversa dall’attività esercitata 30-40 anni fa. Un intervallo temporale relativamente breve che ha sparigliato completamente le carte, mostrando una professione nuova sotto tanti punti di vista per chi già negli anni ‘70-’80 esercitava la professione.

Early childhood caries, conoscerla per combatterla  

La carie della prima infanzia è una manifestazione precoce della malattia cariosa che si sviluppa nei bambini di età inferiore ai 6 anni, a volte anche prima dei due anni. Si tratta di una patologia multifattoriale la cui causa principale va ricercata nel prolungato consumo di zucchero, miele, bevande zuccherate, somministrate al bambino molto piccolo attraverso ciuccio o biberon.

La solitudine dei numeri uno

Si accendono i riflettori sul palcoscenico di uno dei tanti congressi a cui la nostra professione ci ha abituato da quando sono proliferate, numerose, le società scientifiche. Sul palco del teatro, fatto proprio alla causa per l’occasione, l’Odontoiatria manda in scena uno dei suoi campioni. Nel buio della sala si avvicina al podio e...

Il dentista e lo slalom verso il cambiamento

Modificare le abitudini consolidate nella propria attività è una necessità che prima o poi sentiamo tutti. Tuttavia, spesso condizionati dalla routine lavorativa, non sempre...

Inserire il pilota automatico per guidare la nuova odontoiatria

Germogliato dal corso di laurea in Medicina e chirurgia per poi distaccarsene, il corso di laurea in Odontoiatria ha subìto cambiamenti strutturali importanti che...

“Deve cambiare tutto perché niente cambi”

  (Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo) Al giro di boa della chiusura estiva, il comparto dentale osservato da vicino è un quadro che non conosce colori...

Odontoiatria uguale business

È questa oggi un’idea diffusa fra buona parte dei cittadini e rischia di divenire un assioma a causa di alcune pubblicità odontoiatriche che si...