DM_il dentista moderno_ortodonzia_apparecchio_sorriso perfetto_placca di Hawley

Trattamento non chirurgico della III classe scheletrica: aggiornamenti scientifici da una revisione sistematica della...

Il trattamento della malocclusione di III classe scheletrica costituisce una delle grandi sfide e, in molti casi, un limite della pratica ortodontica. Nel paziente in crescita l'approccio prevede la possibilità di addizionare una terapia ortopedica: sono contemplate protrusione mandibolare, regolazione funzionale e chin cup...
DM_il dentista moderno_ortodonzia_apparecchio_sorriso perfetto_placca di Hawley

Percezione “social” del trattamento ortodontico con clear aligner

Le piattaforme social sono diventate sedi privilegiate di condivisione di opinioni, contenuti, e per alcuni anche di esperienze cliniche. Sondando il web, è possibile incontrare moltissime testimonianze di questo tipo: su YouTube, per esempio, si trovano decine di video in cui giovani raccontano il proprio percorso personale relativamente a una chirurgia estetica o a una qualsiasi tipologia di intervento elettivo. L'odontoiatria non fa eccezione...

Standard attuale della TC cone beam in ortodonzia

La diagnostica e la programmazione clinica in ortodonzia stanno incontrando importanti sviluppi grazie all'avvento della diagnostica radiologica tridimensionale. La TC cone beam, pur non rappresentando ancora una prima linea, sta acquisendo grande interesse agli occhi dei clinici, oltre che per il suo potenziale diagnostico, per merito del decremento dei costi sostenuti dallo specialista e soprattutto biologici a carico del paziente.
DM_il dentista moderno_cefalometria_terzo molare_agenesia

Agenesia del terzo molare e alterazioni craniometriche

Lo studio “di popolazione” condotto da Moghadam pubblicato a metà 2018 sul Journal of International Society of Preventive & Community Dentistry, si è domandato il potenziale ruolo dell’agenesia del terzo molare dal punto di vista ortodontico. Le agenesie, in effetti, sarebbero, almeno secondo alcuni autori, potenzialmente correlate alle alterazioni scheletriche, quali ad esempio le schisi o, più semplicemente, quelle craniometriche.
mese della prevenzione dentale andi sorriso giovane ortodonzia linguale

Contenzione fissa o retainer termostampati?

La contenzione è senza dubbio una delle fasi più delicate nel contesto di un piano di cure ortodontiche. Assicurare stabilità ai risultati del trattamento è fondamentale: ciò nonostante, in letteratura vi è ancora un intenso dibattito su quale possa essere la metodica più efficace da attuare sul paziente.
moderno_parodonto_bracket_ortodonzia_legamento

Remineralizzazione di white spot da bracket ortodontici

Uno dei punti chiave di un trattamento ortodontico fisso con bracket è rappresentato dalla gestione dell'igiene orale domiciliare. Nonostante l'impegno dei clinici e degli stessi pazienti, non sempre le manovre risultano agevoli e, di conseguenza, la placca tende ad accumularsi intorno ai bracket. La produzione di cataboliti acidi da parte dei batteri attiva il processo di demineralizzazione, che in tale sede inizia a manifestarsi nella forma della lesione detta white spot...
DM_il-dentista-moderno_mini-impianti-ortodonzia.jpg

Uprighting con minimpianti ortodontici

L'applicazione di minimpianti costitusce un'opzione facilmente percorribile nell'uprighting di molari inferiori inclinati o inclusi. Una revisione sistematica, recentemente apparsa su Progress in Orthodontics, è dedicata alle indicazioni di questa metodica alternativa.
DM_il dentista moderno_ortodonzia_apparecchio_sorriso perfetto_placca di Hawley

Stabilità occlusale e allineamento in contenzione ortodontica

Il mantenimento della stabilità occlusale è una delle problematiche principali da gestire dopo trattamento ortodontico. Con il passare del tempo, che intervengano delle modifiche è inevitabile e, in alcuni casi, possono insorgere delle vere e proprie recidive.
DM_il-dentista-moderno_comunicazione-cellulare-nella-terapia-ortodontica.jpg

Comunicazione cellulare nella biomeccanica ortodontica

Negli ultimi anni, la biologia molecolare ha fatto luce su diversi aspetti del processo di comunicazione tra cellule, la quale sembra sia principalmente mediata attraverso l'espressione di molecole di natura proteica. Di recente, il gruppo di lavoro di Vansant ha proposto una revisione sistematica su questo argomento, con l'obiettivo di mettere a punto una timeline che descrivesse i diversi meccanismi che si mettono in atto.
DM_il dentista moderno_vite ortodontica_mini vite_ramo mandibolare

Vite da trazione ortodontica nel ramo mandibolare

La presenza di molari inclusi e orizzontalizzati costituisce un quadro complesso, non approcciabile con le metodiche ortodontiche di base. I terzi molari sono gli...
Clear aligner

Clear aligner: opzione percorribile per il morso aperto anteriore

La richiesta di un trattamento ortodontico, soprattutto nel soggetto adulto, è spesso mossa da esigenze di predominante natura estetica. Ciò rappresenta senza dubbio una delle ragioni che hanno mosso l'interesse dei pazienti nei confronti della cosiddetta ortodonzia invisibile, oggi contemplabile come alternativa all'ortodonzia convenzionale, in attesa di ulteriori e specifici sviluppi, oltre che risultati a lungo termine.
DM_il dentista moderno_Placche ortodontiche di ancoraggio infezione e fattori predittivi

Placche ortodontiche di ancoraggio: infezione e fattori predittivi

I dispositivi temporanei di ancoraggio (TAD) trovano oggi una discreta applicazione nella correzione delle malocclusioni. Se ne distinguono sostanzialmente due grosse tipologie, placche e miniviti. Considerando le prime si può affermare che costituiscono sistemi affidabili e sicuri.
DM_il dentista moderno_parodontologia_eziologia delle recessioni gengivali

Recessioni gengivali: fattori predisponenti e ruolo del trattamento ortodontico

Il paziente ortodontico, specie se adulto, è spesso motivato da esigenze estetiche legittimamente elevate. Dall'altra parte, l'adulto è anche esposto a condizioni – patologie o semplici disestetismi – infrequenti nel soggetto pediatrico: tra di esse si ritrovano le recessioni gengivali.
trattamento precoce delle III classi

Metodica Alt-RAMEC nel trattamento precoce delle III classi

L'approccio ai casi di III classe costituisce in modo riconosciuto una delle grandi sfide dell'ortodonzia, anche in fase precoce (potendo cioè beneficiare di tutto il potenziale di crescita scheletrica). Una metodica relativamente recente, descritta nel 2005 da Liou e Tsai, si propone di prolungare la stimolazione della sutura mediopalatina, alternandola però a movimenti di costrizione.

Laser in ortodonzia

Sono diversi gli studi che hanno osservato le applicazioni del laser in ambito ortodontico: dalla semplice rimozione del bracket ortodontico all'accelerazione dei movimenti dentari. La pratica in cui, a oggi, il laser fornisce le migliori indicazioni è probabilmente la ridefinizione dei tessuti molli in relazione alle esigenze e ai risultati del trattamento ortodontico.
moderno_parodonto_bracket_ortodonzia_legamento

Bracket ortodontici e difetti di adesione

Le complicazioni di un restauro in materiale composito sono in molti casi da addurre alla perdita dell'adesione micromeccanica. Dato che i bracket ortodontici vengono fissati alle superfici dentali con la stessa tecnica adesiva, è attendibile che la problematica possa condizionare negativamente anche questo tipo di trattamento.
css.php