Le manifestazioni sindromiche del cavo orale come diagnosi nella crescita del paziente

Diverse sindromi presentano manifestazioni a livello orale che spesso anticipano quelle sistemiche. Fra queste, la displasia immuno-ossea di Schimke, la cui diagnosi precoce e relativo inquadramento terapeutico possono risultare determinanti sulla prognosi del paziente.
allungamento_corona_clinca_videovideo

Allungamento di corona clinica a scopo pre protesico

L'intervento di allungamento di corona clinica a scopo pre protesico realizzato sugli interventi del primo quadrante da 1.2 a 1.5. Guarda il video tratto dal corso...

I laser in odontoiatria pediatrica

Diversi tipi di laser riescono a offrire una valida alternativa agli strumenti rotanti e al bisturi, per l’azione selettiva, delicata e confortevole per il...

Sedazione cosciente, istruzioni per l’uso

Soggetti ansiosi o eccessivamente timorosi delle cure dentali evitano di ricorrere al dentista, con gravi ripercussioni sulla salute orale. Questa tecnica farmacologica, eliminando o riducendo l’ansia e la paura legate al trattamento odontoiatrico, permette facilmente ai pazienti odontofobici di accedere alle cure necessarie.

La sutura in chirurgia orale, come influenza la guarigione

I fattori chiave per la buona guarigione delle lesioni del cavo orale Predisporre un lembo di dimensioni e spessori adeguati Scegliere la tecnica...

Prevenzione delle emergenze mediche nello studio odontoiatrico

In odontoiatria si riconosce che la causa prima delle emergenze mediche è una reazione psicogena-neurovegetativa, o “distress syndrome”, che si esprime con vari quadri...

Dente fantasma: aspetti ortodontici e radiologici

Si illustrano le possibili varianti dell’odontodisplasia regionale, anomalia conosciuta come “dente fantasma” che origina dalla componente ectodermale e mesodermale del dente. Una rara ma...

Innesto gengivale libero esteso per il trattamento di una recessione post-ortodontica: un caso clinico

Viene presentato il trattamento di una recessione isolata in un caso post-ortodontico. A causa della mancanza di tessuto cheratinizzato sia apicale che mesio-distale, l’innesto...

L’adesione del materiale d’impronta su un portaimpronta ricoperto con Flock PA66

Vengono descritti i fattori principali che influenzano questo passaggio cruciale nella presa dell’impronta, che può influenzare in maniera importante la precisione dei manufatti protesici....

Anestesia intraossea con iniezione controllata da un sistema computerizzato vs tecnica tradizionale di anestesia...

Viene posta a confronto un’anestesia intraossea computerizzata con le tecniche convenzionali di anestesia orale, analizzando le differenze dei parametri biologici, quali pressione arteriosa, saturazione...

Connessione biconometrica sferica Progettazione di un moncone di connessione tra impianto endoosseo e manufatto...

Viene descritta la progettazione, realizzata in laboratorio, di un moncone di connessione dotato di una parte inferiore e di una superiore unite con una...

La CBTC in endodonzia

In endodonzia, la Cone Beam Computer Tomography viene impiegata in molte situazioni cliniche: diagnosi di patologie periradicolari, valutazione di riassorbimenti radicolari interni ed esterni, perforazioni iatrogene, pianificazione della chirurgia endodontica. Quali sono i confini “pratici” per un suo utilizzo razionale?
video

Riabilitazione II Classe: risoluzione di criticità e semplificazioni

La seconda classe è la più complessa delle ricostruzioni dirette e porta via del tempo prezioso che potremmo dedicare a lavori più complessi. Da questa...

Displasia ectodermica e complicanze odontoiatriche

Denti, capelli, unghie sono alcuni dei tessuti colpiti dalle displasie ectodermiche, ampio gruppo di malattie rare. Un severo grado di ipodonzia è una caratteristica pressoché costante negli individui interessati da queste sindromi. Intervista a Michele Callea, clinical researcher fellow presso l’Unità di Odontoiatria dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il trattamento di copertura radicolare nei casi di recessioni multiple

Quali sono le condizioni necessarie e sufficienti a giustificare l’esecuzione di un innesto connettivale nel trattamento delle recessioni gengivali multiple? È quanto chiede Sebastian Tansella a Francesco Epifani, professionista dall’esperienza decennale nel campo della chirurgia orale e della microchirurgia mucogengivale.

Allergie agli anestetici locali in odontoiatria: procedure consigliate e forme di anestesia alternativa

Quando si deve intervenire su un paziente potenzialmente allergico, il primo passo è capire se è veramente allergico e, se sì, a quale anestetico....
css.php