Management tissutale perimplantare con l’utilizzo di una matrice tridimensionale di derivazione suina

Lo sviluppo di nuovi materiali e nuove tecnologie permette di mimare le caratteristiche anatomiche ed estetiche del dente mancante senza dover ricorrere al prelievo di tessuto autologo. Il caso clinico qui presentato propone una valida soluzione estetica e funzionale per la ricostruzione dei tessuti molli.

Parodontite e aterogenesi: un legame sempre più evidente

La revisione della letteratura mostra con sufficienti evidenze che la malattia parodontale è associata al rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari per via di effetti sistemici diretti (disseminazione di batteri patogeni) o indiretti (contributo all’infiammazione sistemica).

Integrazione biologica, estetica e funzionale in protesi fissa attuali orientamenti

Per avere successo in protesi fissa la “sola funzione” del manufatto protesico è un obiettivo oggi dato oramai per scontato che deve integrarsi con una serie complessa di requisiti strettamente correlati a biologia ed estetica. Questa “triade” di caratteristiche sono poste in relazione sia alle evidenze della letteratura, sia a un’iconografia esemplificativa, riferita a restauri parziali e totali, in situazioni semplici, di media difficoltà, sino alle riabilitazioni più complesse.

Approccio Surgery First alle malocclusioni dentoscheletriche: una nuova metodica che riduce i tempi...

Una metodica che si differenzia dal trattamento ortodontico-chirurgico tradizionale per l’assenza della fase pre-chirurgica di decompensazione ortodontica e consta di due sole fasi: l’intervento chirurgico di riposizionamento delle basi scheletriche e la terapia ortodontica post chirurgica. In questo lavoro gli autori confrontano i dati riguardanti la loro serie di pazienti con quelli desunti dalla letteratura internazionale.

Protocollo integrato Digital Smile Design e Invisalign: una rivoluzione nel workflow digitale case...

Con l’integrazione di queste due tecniche in un unico protocollo si possono avere diversi vantaggi, primo fra tutti un miglioramento estetico e funzionale. Inoltre, la pre-visualizzazione del lavoro definitivo consente al paziente di apprezzare le fasi necessarie per ottenere il risultato finale proposto.

Cure odontoiatriche pre e post-trapianto

Trattare in sicurezza i pazienti trapiantati o in attesa di trapianto è possibile oltre che necessario, con l’obiettivo di accompagnarli a un buon grado di salute orale che non precluda un percorso prognostico già di per sé molto complicato

Ghirlanda a Rai Radio1: il caso Dentix e il ruolo dell’odontoiatria in Italia

Il Presidente Nazionale ANDI Carlo Ghirlanda è stato invitato a intervenire su Rai Radio1 nel corso del programma «Italia sotto inchiesta» per parlare del caso Dentix e del costo delle cure odontoiatriche nel nostro Paese.
medico rigenerazione ossea guidata impianti

Risultati preliminari di una nuova membrana non riassorbibile per la rigenerazione ossea guidata

Nel campo della GBR, uno dei grandi obiettivi della ricerca consiste nell’introduzione di membrane non riassorbibili sempre più efficaci e predicibili. Lo studio preliminare qui considerato illustra i primi risultati di un nuovo prodotto in polietilene poroso nella riabilitazione di difetti combinati a livello del settore mandibolare posteriore.

Bambini in poltrona: manovre da preferire in tempi di Covid-19

In questo difficile momento l’odontoiatria pediatrica deve essere in grado di adeguarsi alle nuove norme di prevenzione della diffusione del SARS-CoV-2. È necessario ridurre il più possibile la formazione di aerosol durante le manovre odontoiatriche e ricorrere a materiali e trattamenti adatti a limitare il più possibile il rischio infettivo.

Strategie terapeutiche nel lichen planus orale oltre la farmacologia convenzionale

Questa revisione sistematica della letteratura suggerisce che le terapie non farmacologiche, tra cui la laserterapia e la terapia fotodinamica, possono rappresentare un’opzione terapeutica efficace per la gestione del lichen planus orale.

Ruolo della stampa 3D in fase diagnostica e nella preparazione chirurgica dei casi complessi

Una precisa valutazione pre-chirurgica con questa tecnologia può consentire interventi complessi con notevole riduzione dei rischi , dei tempi e con pazienti ben informati sulla procedura chirurgica pianificata.

Apnee ostruttive del sonno e sindrome di Down

Come si curano le OSAS nei pazienti pediatrici affetti da trisomia 21? E quali specifici accorgimenti richiede da parte dell’odontoiatra un corretto percorso di cura di questi pazienti?

Problematiche diagnostiche dei canini inclusi: errori e complicanze

La gestione di un canino incluso può essere una situazione complessa che necessita di un confronto tra ortodontista e chirurgo orale, come mostra il caso presentato da due giovani odontoiatri a Giovanni Evangelista Mancini, professore a contratto presso la Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università degli Studi di Milano.

Igiene, disinfezione e uso dei DPI per prevenire la trasmissione del Covid-19...

Il Covid-19 rappresenta una nuova sfida nell’odontoiatria dei nostri giorni. È necessario determinare nuove linee guida da applicare al fine di evitare la diffusione del contagio. Attraverso una revisione della letteratura viene svolta un’indagine sulle conoscenze attuali per l’organizzazione dello studio odontoiatrico, la protezione degli operatori e la salvaguardia della salute dei pazienti.

Note di anatomia chirurgica implantare: il settore anteriore del mascellare

Le strutture anatomiche dell’osso mascellare presentano molti aspetti di rilevanza clinica che devono essere valutati nella formulazione e nella esecuzione di un piano di trattamento implantare. La presentazione di alcuni casi clinici evidenzia le criticità presenti nella zona frontale e il modo per riparare a possibili errori procedurali.

Platelet-rich fibrin: una opportunità in casi clinici specifici

Per le sue caratteristiche istologiche, il PRF sembra essere un mezzo appropriato per promuovere la guarigione delle ferite nella chirurgia rigenerativa parodontale. Studi pre-clinici dimostrano che questo materiale è in grado di promuovere migrazione e proliferazione di cellule epiteliali, fibroblasti e osteoblasti. Inoltre, sembrerebbe favorire processi di neo-angiogenesi nei tessuti parodontali in riparazione.

Leggi Il Dentista Moderno

  • n.9 - Settembre 2020
  • n.8 - Agosto 2020
  • n.7 - Luglio 2020
css.php