Il diabete si cura anche con lo spazzolino_paziente diabetico

Indicazione al carico immediato nel paziente diabetico

L’incidenza della malattia diabetica è in aumento e a ciò corrisponde un’aumentata domanda di riabilitazioni implantari, possibilmente in associazione con protocolli protesici rapidi. Diversi studi hanno valutato l’indicazione al carico immediato nei pazienti con diabete di tipo 2 e una recente revisione sistematica fa il punto sulle evidenze disponibili.
DM_il dentista moderno_chirurgia implantare_nervo alveolare inferiore

Chirurgia implantare guidata e salvaguardia del nervo alveolare inferiore

Lo studio considerato ha indagato il ruolo dell’accuratezza rispetto al rischio di trauma iatrogeno del nervo alveolare inferiore, mettendo a confronto chirurgia guidata e tecnica convenzionale a mano libera.
DM_il-dentista-moderno_chirurgia-piezoelettrica_chirurgia guidata

Fallimento implantare: chirurgia tradizionale vs. chirurgia guidata

La revisione sistematica qui presentata mette a confronto la chirurgia implantare guidata con quella classica a mano libera, prendendo come parametro il rischio di fallimento.
DM_il-dentista-moderno_La-posizione-dell’impianto-è-un-fattore-di-rischio-per-la-perimplantite.jpg

Verso un nuovo modello eziopatogenetico e terapeutico per la perimplantite 

Su queste stesse pagine sono state ampiamente considerate le somiglianze tra malattia parodontale e perimplantite. La revisione qui illustrata si sofferma, al contrario, sui punti discordanti dell’attuale modello fisiopatologico.
DM_il-dentista-moderno_impianti_implantologia_filettatura_stabilità primaria

Connective tissue graft contestuale a implantologia postestrattiva: le indicazioni di una revisione sistematica

Il posizionamento postestrattivo di un impianto comporta innegabili vantaggi, a cominciare dall’impatto positivo sulle tempistiche complessive. D’altra parte, esige il rispetto di criteri precisi, ad esempio nella gestione dei tessuti molli. In questo senso, la revisione sistematica presentata fornisce indicazioni relative a effetti e indicazioni dell’aggiunta di un innesto connettivale.
Dm_il dentista moderno_superfici implantari

Stabilità implantare in relazione alla qualità ossea

Viene qui considerato un interessante lavoro che confronta, attraverso un modello prospettico di coorte, la stabilità implantare a livello di osso natio con quella raggiunta nell’osso rigenerato.
DM_il-dentista-moderno_Biomeccanica-di-diversi-materiali-nella-protesi-su-impianto.jpg

Lega titanio-rame in implantologia

L’obiettivo di questo recente studio è quello di valutare l’utilità del rame nell’implementare le caratteristiche biologiche del titanio, rispetto ai batteri e ai progenitori osteogenici.
DM_il dentista moderno_fallimento implantare

Fattori di rischio per il fallimento implantare precoce: le indicazioni da uno studio retrospettivo

I dati che emergono dallo studio qui presentato meritano di essere letti con una certa cautela, in mancanza di conclusioni assolute. D’altra parte, il lavoro mette in luce la necessità di valutare attentamente il paziente, dal primo periodo postoperatorio, se possibile stratificandolo per rischio.
DM_il-dentista-moderno_La-posizione-dell’impianto-è-un-fattore-di-rischio-per-la-perimplantite.jpg

L’uso di impianti stretti nel riassorbimento osseo orizzontale

La revisione sistematica qui presentata riflette sul possibile impiego di impianti a diametro ridotto nella gestione clinica di creste alveolari deficitarie per quanto riguarda lo spessore.
DM_il-dentista-moderno_impianti_implantologia_filettatura_stabilità primaria

Implantologia postestrattiva con sostituto osseo: indicazioni evidence-based

Una recente revisione sistematica si è proposta di valutare vantaggi e svantaggi dell’aggiunta di un sostituto osseo a colmare il gap tra impianto e parete alveolare. Si è proposta altresì di considerare le principali tipologie di sostituti valutate dalla letteratura.
DM_IL-DENTISTA-MODERNO_IMPIANTI-CORTI.

Overdenture su impianti: 4 o 6?

L’overdenture su barra sostenuta da quattro impianti costituisce indiscutibilmente uno standard impianto-protesico a livello mondiale. Alcuni autori supportano, quando possibile, l’inserimento di due ulteriori fixture. Una revisione fornisce, a questo riguardo, indicazioni cliniche basate sull’evidenza.
chirurgia implantare

Diagnostica tridimensionale e navigazione in chirurgia implantare

Alcuni spunti di interesse derivanti da una revisione sistematica della letteratura, recentemente pubblicata su International Journal of Implant Dentistry. Gli autori si sono proposti, principalmente, di aggiornare le evidenze riguardo le indicazioni di utilizzo dell’imaging tridimensionale e delle tecniche di navigazione in implantologia.

Scansione intraorale e riabilitazione implantare: le risposte in un webinar

Per approfondire questo e molti altri elementi chiave per la realizzazione di una buona impronta, soprattutto in casi apparentemente complessi, come quando si deve trattare un paziente che deve ricostruire un’intera arcata con impianti, il dott. Francesco Mangano terrà un webinar il prossimo 10 giugno.

Stato dell’arte del workflow digitale in implantoprotesi

Una recente revisione, di cui si raccomanda la lettura completa, riflette sulle novità tecniche dell’ultimo periodo e, conseguentemente, sull’affidabilità raggiunta dal workflow digitale, nel realizzare protesi su impianti. Vengono considerati, in particolare, le fasi della scansione intraorale e i materiali oggi inclusi nelle lavorazioni finali.
Dm_il dentista moderno_superfici implantari

Microbiota perimplantare in caso di fallimento precoce e tardivo

Un recente studio ha valutato la composizione del microbiota batterico in caso di fallimento implantare precoce e tardivo. Il potenziale clinico di queste evidenze può non sembrare immediato, ma potrebbe contribuire a definire le target therapy del futuro, come già visto anche in parodontologia.
DM_il-dentista-moderno_Lo-spessore-della-mucosa-cheratinizzata-come-fattore-predittivo-chirurgico-nella-perimplantite.jpg

La posizione dell’impianto è un fattore di rischio per la perimplantite?

La posizione dell’impianto all’interno dell’arcata mascellare/mandibolare costituisce, in termini assoluti, un fattore di rischio per la perimplantite? Gli autori di una recente revisione sistematica si sono proposti di valutare le eventuali differenze di prevalenza di questa patologia tra settori anteriori e posteriori.

Leggi Il Dentista Moderno

  • n.10 - Ottobre 2021
  • n.9 - Settembre 2021
  • n.8 - Agosto 2021
css.php