Esame occlusale con BTS-TMjoint

Effetti scheletrici e posturali della terapia elastodontica

Il caso clinico presentato mostra come la terapia funzionale elastodontica possa stimolare i muscoli masticatori delle labbra e della lingua determinando in breve tempo benefici notevoli sull’apparato scheletrico, dentale e posturale del paziente.

Protocollo integrato Digital Smile Design e Invisalign: una rivoluzione nel workflow digitale case...

Con l’integrazione di queste due tecniche in un unico protocollo si possono avere diversi vantaggi, primo fra tutti un miglioramento estetico e funzionale. Inoltre, la pre-visualizzazione del lavoro definitivo consente al paziente di apprezzare le fasi necessarie per ottenere il risultato finale proposto.

Problematiche diagnostiche dei canini inclusi: errori e complicanze

La gestione di un canino incluso può essere una situazione complessa che necessita di un confronto tra ortodontista e chirurgo orale, come mostra il caso presentato da due giovani odontoiatri a Giovanni Evangelista Mancini, professore a contratto presso la Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università degli Studi di Milano.

Efficacia antinfiammatoria e antiplacca dell’idrolato di Melaleuca alternifolia: studio clinico su pazienti portatori...

È stata valutata l’efficacia clinica, come collutorio in pazienti portatori di apparecchio ortodontico fisso, dell’idrolato di Melaleuca alternifolia che, a differenza di diluizioni dell’olio...

Efficacia del trattamento delle seconde classi con dispositivo Carriere Motion

L’obiettivo di questo dispositivo per le II classi è di portare l’occlusione in una situazione di I classe molare e canina, correggendo l’eventuale rotazione presente a...

I disturbi respiratori del sonno pediatrici: un “ponte” fra l’odontoiatria e la medicina

I DRS pediatrici non influiscono solo sulla crescita cranio facciale, come considerato finora dai dentisti, ma anche sulla salute generale e sullo sviluppo psicofisico...

La tecnica Invisalign® nel paziente in crescita

i principi di base della tecnica ortodontica digitale Invisalign nel trattamento delle malocclusioni nel bambino e nell’adolescente

Posizionare i bracket ortodontici con fonti di luce ad alta intensità

L’ancoraggio dei bracket è reso stabile da molte delle resine composite a disposizione e dall’elevata resa delle tecniche adesive, ma esistono ulteriori aspetti che possono ridurre il rischio di distacco.

L’ortodonzia mini-invasiva in caso di prossimità radicolari Case Report

Riassunto Scopo del presente lavoro è descrivere un caso clinico in cui è stato necessario servirsi dell’ortodonzia per risolvere un problema di natura parodontale: in...

ABO Discrepancy Index Valutazione di due sistematiche

È questo l’indicatore più affidabile per descrivere la complessità di una malocclusione e non è influenzato né dall’età, né dal sesso, né dallo stadio di...

Un apparecchio funzionale di scelta in corso di terapia ortodontica: l’attivatore “ellenizzato” ...

Caratteristiche costruttive e modalità d’uso di un apparecchio funzionale utilizzabile sia in epoca precoce in corso di terapia intercettiva, sia nelle ultime fasi di...

Dente fantasma: aspetti ortodontici e radiologici

Si illustrano le possibili varianti dell’odontodisplasia regionale, anomalia conosciuta come “dente fantasma” che origina dalla componente ectodermale e mesodermale del dente. Una rara ma...

Allineatori ortodontici e ortopedia mandibolare. Case report

Due casi clinici con malocclusione di classe II in pazienti in crescita trattati con avanzamento mandibolare tramite la nuova funzione del dispositivo Invisalign®

Attualità nell’utilizzo del morfocorrettore di Frankel nelle seconde e terze classi scheletriche

Vengono valutate l’efficacia e l’utilità complessiva nella pratica clinica attuale del morfocorrettore di Frankel per il trattamento delle seconde e terze classi scheletriche in...

L’espansione del palato, come e quando attuarla

Rappresenta senza dubbio il “gold standard” nei casi di morso crociato in pazienti in crescita, tuttavia è possibile effettuare tale terapia anche in altre circostanze. Lo spiega Alberto Caprioglio, direttore della Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia presso l’Università degli Studi dell’Insubria, rispondendo ai dubbi di una giovane odontoiatra.

L’ortodonzia minimamente invasiva con ancoraggio strategico nel trattamento delle fratture radicolari

Quando si trattano pazienti con fratture coronali e radicolari è sempre richiesto un trattamento multidisciplinare e l’ortodonzia può essere di grande aiuto se si...

Leggi Il Dentista Moderno

  • n.11 - Novembre 2020
  • n.10 - Ottobre 2020
  • n.9 - Settembre 2020
css.php