Il dentista moderno_anatomia canalare premolari mandibolari

Anatomia canalare del secondo premolare inferiore

Il secondo premolare inferiore è un elemento di approccio endodontico potenzialmente complesso. La revisione sistematica presentata fornisce indicazioni relative alla configurazione radicolo-canalare più comune e alle principali varianti anatomiche.
apertura di camera pulpare anatomia dente

L’adozione di una tecnica di apertura di camera mininvasiva riduce il rischio di frattura?

Il dente devitalizzato è un dente più debole di quello sano per una serie di motivi: tra questi, la perdita del tetto camerale e della dentina pericervicale. Il modello sperimentale qui proposto si è chiesto se, riducendo al minimo questo danno biologico, si possa ridurre il rischio di frattura.
Riassorbimento radicolare

Fisiopatologia del riassorbimento radicolare

Una recente "scoping review," condotta da Galler e colleghi, e recentemente pubblicata su BMC Oral Health, si è proposta di valutare le informazioni scientifiche riguardanti i modelli eziopatogenetici del riassorbimento radicolare, rilevando eventuali lacune della letteratura.
DM_il dentista moderno_dentina biologica

Effetto della tecnica di miscelazione e manipolazione nelle caratteristiche della dentina biologica

Un recente studio fornisce spunti clinici assai pratici riguardo a una classe di materiali oggi largamente indicati in endodonzia. Il lavoro chiarisce la necessità di attenersi alle indicazioni di miscelazione e manipolazione fornite dal produttore.
DM_il-dentista-moderno_strumenti-endodontici

Influenza della sterilizzazione sull’efficienza degli strumenti endodontici

Vengono qui presentati i risultati di una revisione sistematica, recentemente pubblicata su Materials. Questa ha indagato il ruolo diretto della sterilizzazione in autoclave, necessaria al riutilizzo degli strumenti rotanti NiTi, rispetto alla capacità di taglio degli stessi.
Cementi-Canalari

Cementi canalari al silicato di calcio e guttaperca termoplastica

Lo studio considerato valuta i cementi canalari a base di silicato di calcio, apprezzati per le caratteristiche di bioattività, concentrandosi sul comportamento in condizioni di riscaldamento. Ciò nell’intento di valutarne la compatibilità con la tecnica termoplastica di filling con guttaperca.
Implantologia come evitare l'accumulo di cemento

Sigillante canalare al silicato tricalcico e sodio fosfato dibasico

Tra i suoi utilizzi, MTA può trovare impiego come sigillante canalare. Partendo dalle caratteristiche di questo materiale, un recente studio propone un materiale pre-mixato in pasta come alternativa. I risultati valutano il prodotto come promettente.

Studio della dinamica della frattura ciclica degli strumenti NiTi nel canale S-shaped

Il rischio di frattura da fatica ciclica di uno strumento NiTi è fortemente influenzato dalla curvatura canalare: il canale radicolare a S, oltre che difficile da riconoscere, è esposto a un rischio intrinseco. Lo studio illustrato mette a confronto diverse sistematiche endodontiche nella condizione clinica considerata.
Denti faccette in ceramica_bioceramiche

Comportamento delle bioceramiche in relazione a bagnabilità e angolo di contatto

Le bioceramiche sono una varietà di materiali dotati di una varietà di utilizzi, soprattutto in campo endodontico. Per funzionare in maniera piena, è fondamentale conoscere le caratteristiche del prodotto. Lo studio qui presentato valuta i parametri della bagnabilità e dell’angolo di contatto tra biomateriale e dentina.
DM_il-dentista-moderno_rilevatore-dapice-in-endodonzia.

Accuratezza dei rilevatori d’apice in corso di ritrattamento

I misuratori apicali elettronici sono uno ausilio ormai imprescindibile nella pratica endodontica. Alcuni autori, tuttavia, osservano rischi di interferenza con la normale accuratezza nei casi di ritrattamento canalare. Lo studio qui presentato valuta in questo senso tre fra le principali sistematiche in commercio.
DM_il dentista moderno_Nanoparticelle antibatteriche uso in endodonzi_rivascolarazione endodontica

Protocolli di irrigazione nella rivascolarizzazione endodontica

La rivascolarizzazione endodontica è di certo una metodica altamente specialistica, che richiede accurata selezione dei casi, spesso imaging, tecnologie avanzate e materiali a elevate performance. Lo studio considerato valuta i protocolli attualmente disponibili per l’irrigazione dei canali sottoposti a rigenerazione.

Impatto delle forze laterali prodotte dagli strumenti rotanti NiTi

Le forze di laterali generate dalla rotazione degli strumenti in nichel-titanio potrebbero determinare microtraumatismi potenzialmente dannosi per la radice. Un interessante e ripetibile modello sperimentale ha valutato in vitro tale variabile, confrontando una diffusa sistematica NiTi e la sua versione aggiornata, a maggiore efficienza di taglio.
DM_il-dentista-moderno_ritrattamento-canalare.jpg

Ritrattamento canalare con strumenti endodontici rotanti ed estrusione oltre apice: confronto tra movimento convenzionale...

Negli ultimi anni sono stati introdotti strumenti canalari rotanti in nichel-titanio specificamente disegnati per le procedure di ritrattamento canalare. Una maggiore efficienza operativa potrebbe, tuttavia, correlare con una maggiore estrusione di materiale oltre apice.

Radiologia in endodonzia: come migliorare la terapia Premium

La diagnosi e la terapia in endodonzia non possono prescindere dall’esecuzione di esami radiologici di alta qualità: la radiologia, infatti, permette di valutare lo...
DM_il dentista moderno_dolore post-endodontico

La riduzione occlusale è una metodica affidabile nel ridurre il dolore post-endodontico

Assicurare un controllo del dolore postoperatorio è importante, soprattutto a seguito di trattamenti che possono essere lunghi e faticosi per il paziente. Dopo terapia canalare, l’insorgenza di dolore post-endodontico, soprattutto entro la prima giornata, è un’evenienza comune. Una recente revisione sistematica ha valutato una metodica non chirurgica, la riduzione occlusale, atta prevenirlo.
DM_il-dentista-moderno_strumenti-rotanti-NiTi.jpg

Abitudini d’impiego e attitudine al riciclo di strumenti rotanti NiTi

Gli strumenti rotanti in NiTi nella maggior parte dei casi, possono essere riutilizzati previa sterilizzazione, sempre nel rispetto delle indicazioni del produttore. Si tratta di un’indicazione dettata dalla conoscenza della biomeccanica di questi prodotti e che non è volta esclusivamente a “spalmarne” i costi. Recentemente, l’aggiornamento di un sondaggio del 2009 ha valutato le preferenze di utilizzo (e riutilizzo) da parte dei professionisti statunitensi.

Leggi Il Dentista Moderno

  • n.6 - Giugno 2021
  • n.5 - Maggio 2021
  • n.4 - Aprile 2021
css.php