DM_il-dentista-moderno_MTA-E-biodentine

MTA e biodentine nella gestione della polpa vitale dell’elemento deciduo: esiste una prima scelta?

MTA e biodentine a confronto: non sono state rilevate differenze statisticamente significative tra i due materiali in alcuna di queste fasi sequenziali.

L’importanza di sagomatura e detersione dei canali radicolari

Conoscere con precisione la morfologia dell’elemento dentale per pianificare le fasi del trattamento e scegliere lo strumentario più adatto a cura di Francesca Cerutti L’odontoiatra chiamato...

Le procedure endorestaurative

Conoscere le caratteristiche di una turbina odontoiatrica Le conseguenze dell'esposizione al rumore Quanto conta la temperatura sull'efficienza del taglio? Qual è l'importanza del...

Dente trattato endodonticamente in sede frontale e il perno in fibra

Il dente trattato endodonticamente diviene più delicato ed è maggiormente esposto a fratture e complicanze. L'obiettivo di un trattamento è la risoluzione della problematica contingente e, allo stesso modo, il ripristino della futuribilità del dente malato. La restaurativa post-endodontica rimane un oggetto di dibattito importante, soprattutto nelle sedi frontali, laddove è particolarmente rilevante un terzo target, ovvero il ripristino dell'anatomia dentale e, con essa, della normale estetica.
DM_il dentista moderno_endodonzia apertura camera pulpare

Endodonzia: l’apertura della camera pulpare

Molti maestri dell'endodonzia insistono sulla corretta apertura della camera pulpare come un passaggio dirimente per tutta la terapia che ne segue. È il caso...
DM_il dentista moderno_Evidenze recenti e di interesse clinico nella rivascolarizzazione del dente immaturo necrotico

Evidenze recenti e di interesse clinico nella rivascolarizzazione del dente immaturo necrotico

Nel soggetto in crescita, il trattamento di un elemento permanente necrotico con apice immaturo presenta complessità clinica spesso rilevante, determinata da pareti radicolari sottili e forame apicale ampio. Alcuni Autori sottolineano tuttavia come l'approccio tradizionale sia soggetto a un tasso di successo non elevatissimo (attestabile intorno al 74%) ed esponga il dente a un aumentato rischio di frattura...

Riassorbimento cervicale esterno

Un quadro clinico di difficile approccio, su cui sono stati compiuti alcuni sviluppi negli ultimi anni. Lo stato attuale dell'evidenza su questa tematica è stato fornito dal gruppo di lavoro di Patel, che ha condotto una importante review, pubblicata a metà 2018 sull'International Endodontic Journal.
DM_il dentista moderno_Classificazione prognostica per il dente trattato endodonticamente

Classificazione prognostica per il dente trattato endodonticamente

Il dente trattato endodonticamente va incontro a una degenerazione delle caratteristiche biomeccaniche che lo espone a più elevato un rischio di fratture, e dunque di perdita, rispetto all'elemento vitale. Il processo non riguarda i tessuti dentari solo intrinsecamente, ma dipende anche da fattori estrinseci, come la riduzione del compenso propriocettivo e anche dall'azione chimica di sostanze impiegate in endodonzia.

Lesione del nervo alveolare inferiore durante trattamento endodontico: come procedere?

Il danno del nervo alveolare inferiore in endodonzia costituisce una complicanza rara in termini assoluti ma degna di attenzione se vista in senso relativo: per la precisione, tra le neuropatie iatrogene in ambito odontoiatrico, quella endodontica rappresenta la prima voce tra le non chirurgiche.
DM_il dentista moderno_endodonzia_radiotrasparenze periapicali_cone beam

Ritrattamento: ruolo della TC cone beam

Negli ultimi anni si è assistito a un ampliamento dell'utilizzo dell'imaging tridimensionale in odontoiatria. In endodonzia, in particolare, il clinico beneficia delle nuove sistematiche di riduzione del field of view (FOV), il che permette una resa ad alta risoluzione dell'area di interesse a un costo biologico ridotto.
DM_il dentista moderno_movimento rotante

Movimento rotante e reciprocante a confronto nel ritrattamento

Anche nel ritrattamento, l'avvento dei sistemi rotanti in nichel-titanio ha rappresentato uno sviluppo fondamentale nell'ottimizzazione delle procedure. In questo senso, il confronto tra gli strumenti rotanti a movimento continuo e i più recenti sistemi reciprocanti Ni-Ti rappresenta un tema dal forte interesse clinico.
DM_il dentista moderno_ritrattamento chirurgico_ritrattamento ortogrado

Gli ultrasuoni nel ritrattamento canalare

La strumentazione ultrasonica, anche in virtù della varietà di inserti disponibili sul mercato, si presta a essere impiegata in diversi quadri clinici indicati per ritrattamento canalare e anche in diverse fasi di una stessa procedura.
batteri del cavo orale clorexidina endodonzia

Ruolo del laser nel ritrattamento endodontico

Tra le innovazioni tecnologiche che hanno caratterizzato il segmento contemporaneo di storia dell'odontoiatria, il laser ricopre certamente un ruolo importante, tanto dal punto di vista scientifico quanto sul piano clinico. Alcuni studi ne considerano diverse applicazioni nell'ambito del ritrattamento canalare ortogrado.
DM_il dentista moderno_iniezione_siringa_endodonzia_irriganti canalari_anatomia endodontica_fluidodinamica

Materiali in endodonzia: solventi nel ritrattamento endodontico

La detersione canalare e la rimozione di detriti costituisce un prerequisito fondamentale ai fini del successo di un ritrattamento endodontico. Per rimuovere la guttaperca, materiale peculiare per aspetto e consistenza, sono stati proposti diversi protocolli, alcuni dei quali prevedono l'impiego di solventi.
DM_IL DENTISTA MODERNO_.Ritrattamento di otturazione canalare Thermafil®jpg

Ritrattamento di otturazione canalare Thermafil®

L'uso delle sistematiche di otturazione canalare "carrier-based guttapercha", ovvero costituite da un'anima in plastica e rivestite da guttaperca, forse poco amato dai puristi dell'endodonzia, continua a trovare popolarità tra i professionisti in virtù della sua facilità d'uso. Alcuni studi ne incoraggiano l'impiego clinico. D'altra parte, è normale che una quota di questi trattamenti, come del resto avviene nel caso di qualsiasi altra metodica, richieda di essere riapprocciata endodonticamente.
DM_il-dentista-moderno_ritrattamento-canalare_lunghezza-di-lavoro_endodonzia

Ritrattamento canalare: determinazione della lunghezza di lavoro

Un momento chiave ai fini del successo del ritrattamento canalare è senza dubbio la determinazione della lunghezza di lavoro, condotta attraverso l'uso di un localizzatore d'apice. Ma ci sono differenze rilevanti tra i diversi sistemi di misurazione?
css.php