DM_il-dentista-modrno_emdogain_amelogenine_terapia-parodontale.jpg

L’utilizzo dei derivati di matrice dello smalto nella terapia parodontale

Lo studio dei derivati di matrice dello smalto (enamel matrix derivative, EMD), in modo particolare delle amelogenine, rappresenta uno dei campi più trattati dalla ricerca in odontoiatra negli ultimi anni. In modo particolare, l'uso di queste sostanze è stato sperimentato come additivo nella chirurgica rigenerativa del parodonto.
DM_il dentista moderno_epidemiologia malattia parodontale_parodontite

Il trattamento della malattia parodontale nell’adulto

La malattia parodontale costituisce un campo applicativo clinico fondamentale ed estremamente complesso, perché coniuga capacità diagnostiche e programmazione clinica del professionista con la collaborazione...

Indicazioni all’utilizzo della CBCT in parodontologia

Quale può essere il ruolo dell'imaging 3D nella diagnosi della malattia parodontale? Posto che non vi siano ancora indicazioni a sostegno di un utilizzo routinario della cone beam in parodontologia, se ne può proporre l'impiego in alcune particolari condizioni cliniche?
DM_il-dentista-moderno_La-diagnostica-per-immagini-in-parodontologia

La diagnostica per immagini in parodontologia

L'imaging rappresenta il secondo livello della diagnostica della malattia parodontale. L'esame standard è costituito dalla radiografia endorale periapicale: nell'approccio al sospetto di parodontopatia, può essere indicato valutare il quadro dell'intera dentatura attraverso lo status radiografico, da alcuni chiamato anche “panoramica di endorali”.
Dm_il-dentista-moderno_diagnosi-in-parodontologia.

La diagnostica in parondonto: sondaggio parodontale

Nel segmento più recente di storia delle discipline odontoiatriche, la parodontologia (che ormai comprende a tutti gli effetti anche l'implantologia) rappresenta forse l'ambito maggiormente...
DM_il-dentista-modrno_emdogain_amelogenine_terapia-parodontale.jpg

L’importanza della terapia parodontale non si vede solo in bocca

La perio-medicine è quella disciplina che studia le possibili correlazioni tra la malattia parodontale e alcune patologie. La ricerca in questo ambito è fra...
trattamento parodontitetrattamento parodontite

Terapia della parodontite: DEL-1 : inibisce l’osteoclastogenesi 

Uno studio condotto sulle scimmie svela il ruolo della proteina DEL-1, secreta dalle cellule endoteliali che regola LFA-1 (linfociti Function-associated Antigen-1) integrina-dipendente attiva nel...
perimplantite parodontite

Dati sulla perimplantite: follow-up a 9-14 anni

Follow-up a 9-14 anni del trattamento implantare – parte III: fattori associati a perimplantite. Obiettivo:analizzare i fattori di rischio delle lesioni dei tessuti perimplantari, legati...
DM_IL DENTISTA MODERNO_LTO_INDICE PARODONTOLOGIA_PREDIRE LA PERDITA DI ELEMENTI DENTARI

Predire la perdita dentale correlata a problemi parodontali: l’LTO index

È questo uno dei principali limiti prognostici in parodontologia. Gli indici prognostici attualmente disponibili sono maggiormente incentrati sui rischi dentali, non tenendo sufficientemente in considerazione i fattori patient-related. Un recente studio ha analizzato i fattori predittivi dell'outcome a lungo termine (LTO) dei pazienti in mantenimento parodontale, ricavandone un indice prognostico che potrebbe arricchire l'attuale modello predittivo.

Prevalenza e variabili di rischio della perimplantite

Viene qui presentato un importante studio epidemiologico. Aggiungiamo che, secondo la recente revisione di Ziztmann (Zitzmann NU, Berglundh T. (2008) Definition and prevalence of peri-implant...
dm_il-dentista-moderno_gengivite-aloe-vera

Aloe vera e gengivite

Uno stato infiammatorio cronico generalizzato dei tessuti gengivali è una condizione clinica che merita quantomeno un accurato monitoraggio clinico e, in alcuni casi, l'immediato...
estrusione ortodontica preimplantare lesioni periapicali, impianti dentali, gestione dei tessuti molli perimplantari impianto dentale e dente, perimplantite

Aggiornamento: evidence based sulla perimplantite

La perimplantite costituisce ormai da alcuni anni uno degli argomenti di maggiore dibattito in tema di implantologia e in ambito odontoiatrico in generale. L'evidenza scientifica e il consenso sulla definizione dei caratteri eziopatogenetici e sui riferimenti clinici e terapeutici di questa patologia a carattere infiammatorio e distruttivo sono in continuo aggiornamento.

Ozono nella terapia causale parodontale

Un interessante studio microbiologico giapponese ha valutato l'azione di gel ozonizzati su una varietà di specie microbiche, con particolare riguardo per quelle parodontali. Il lavoro ha osservato un'azione battericida nei confronti di Porphyromonas gingivalis, Prevotella intermedia, Fusobacterium nucleatum, Aggregatibacter actinomycetemcomitans ed Eikenella corrodens.
impianti perimplantite perimplantitis

Impianti: introduzione al trattamento della perimplantite

Nello scorso mese di aprile, abbiamo trattato il rapporto tra gengivo-parodontopatie e malattie del perimplanto. Vogliamo riprendere l'argomento nel corso della settimana, dando però...

Indicazioni all’utilizzo della CBCT in parodontologia

Dopo aver affrontato una prima parte dell'argomento in questo articolo, proseguiamo la trattazione delle lesioni parodontali evidenziabili in CBCT. Difetti della forcazione: questi costituiscono una...
DM_IL DENTISTA MODERNO_classificazione malattie parodontali_paziente sorridente

EuroPerio9: la nuova classificazione delle parodontopatie

In ambito parodontologico sono stati compiuti negli anni sviluppi importanti nel consenso clinico e scientifico riguardante le malattie del substrato parodontale. Una completa revisione della classificazione di Armitage del 1999, rimasta in vigore per quasi un ventennio, è stata presentata ufficialmente ad Amsterdam, nel corso dell' ultimo congresso annuale della European Federation of Periodontology.
css.php