Parodontite: i risultati di trattamento non chirurgico e laserterapia

La malattia parodontale è un processo infiammatorio cronico, caratterizzata da eziologia batterica ed evoluzione ciclica, che determina una progressiva distruzione sito-specifica  dei tessuti di supporto dentale, coinvolge dal parodonto superficiale (gengiva) al parodonto profondo (osso alveolare , legamento parodontale, cemento), causando lesioni tipiche patologiche (tasche parodontali, recessioni gengivali, riassorbimento osseo verticale e / o orizzontale) che conducono fino alla perdita dell’elemento dentale.

Dal punto di vista epidemiologico, negli Stati Uniti la periodontite cronica colpisce il 47% della popolazione adulta di età superiore ai 30, distribuiti in lieve,moderata e grave (8%) .

laserterapia cartella parodontale gengivite parodontite perimplantiteSebbene un certo numero di fattori di rischio sia in grado di influenzare l’avvio, la progressione e la prognosi della parodontite (età, sesso, fumo di sigaretta, cambiamenti ormonali, disturbi del sistema immunitario, malattie sistemiche, diabete, stress), il principale fattore eziologico è rappresentato dalla placca dentale e in particolare da bacilli gram-negativi anaerobi. Per questo motivo, la prima fase del trattamento parodontale è sempre rappresentata dalla preparazione iniziale, terapia non chirurgica, che riconosce come primario obiettivo l’eliminazione o la riduzione di infezione batterica e il controllo della placca parodontale-associata all’infiammazione.

Pubblicità

In questo contesto la laserterapia può risultare un’opzione per il trattamento di pazienti parodontalmente compromessi. L’uso di terapia non chirurgica associata all’uso della terapia laser, come dimostrato da diversi studi, sembra migliorare e facilitare la guarigione dei siti trattati. Recentemente, Yilmaz et al. (2013) hanno dimostrato che nei siti trattati con l’uso di Er laser: YAG oltre a SRP si sono raggiunti miglioramenti significativi in termini di guadagno di attacco e di riduzione del PD rispetto ai siti trattati con solo ozono gassoso topico o solo SRP.

In uno studio di Crispino e colleghi è stato valutato l’effetto dell’utilizzo di un laser a diodi a 940-nm, associato ad SRP; sessantotto pazienti adulti con parodontite moderata-grave sono stati arruolati in modo sequenziale e sottoposti a esame parodontale  al fine di individuare indice di sanguinamento gengivale , indice di placca e profondità di sondaggio. I pazienti sono stati divisi casualmente in due gruppi: il primo ha ricevuto solo trattamento SRP, il secondo ha ricevuto SRP e la terapia laser a diodo 940 nm. Per tutti i parametri clinici, entrambi i gruppi hanno riportato differenze statisticamente significative rispetto ai valori basali (p <0,0001). Entrambe le procedure erano efficaci nel migliorare GI, PI e PD, ma l’uso di laser a diodo è stato associato con risultati più evidenti.

Uno studio di Zare e colleghi ha valutato 21 pazienti con parodontite moderata a grave cronica, questi sono stati divisi in gruppi (SRP e SRP + laser a diodi 980 nm). Due mesi dopo SRP+ laser, gli indici parodontali erano migliorati in entrambi i gruppi. Non sono risultati differenti due gruppi, ad eccezione del BOP, che era più basso nel gruppo di laser.

Questi, così come altri, lavori possono certamente  fornire spunto di riflessione sulle proprietà e le possibili applicazioni di uno strumento ancora non di uso comune in odontoiatria.

Fonti:

Effectiveness of a diode laser in addition to non-surgical periodontal therapy: study of intervention.

Crispino A1, Figliuzzi MM1, Iovane C1, DelGiudice T1, Lomanno S1, Pacifico D1, Fortunato L1, Giudice RD1.

Evaluation of the Effects of Diode (980 Nm) Laser on Gingival Inflammation after Nonsurgical Periodontal Therapy

Davoud Zare, Ahmad Haerian, Reza Molla, and Farzane Vaziricorrespon

SCARICA L'EBOOK GRATIS

Parodontite: i risultati di trattamento non chirurgico e laserterapia - Ultima modifica: 2015-09-19T08:12:08+00:00 da redazione

3 Commenti

  1. Come mai l’O.M.S ha catalogato la paradontite nelle malattie autoimmuni
    E in questo articolo si parla di eziologia batterica come negli anni ottanta.

  2. Terapia della parodontite: DEL-1 : inibisce l’osteoclastogenesi  | DM Il Dentista Moderno

    […] parodontite è un disturbo infiammatorio cronico che causa distruzione progressiva dell’osso e dei […]

  3. La malattia parodontale ha eziologia batterica ! Mi dice Dr. Costantino dove posso leggere di questa notizia dell’OMS ? La ringrazio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome