Home Letteratura Protesi Materiali per le ricostruzioni con tecnologia CAD-CAM alla poltrona

Materiali per le ricostruzioni con tecnologia CAD-CAM alla poltrona

786
0

Durante il periodo di miglioramento del software per l’utilizzo del cad-cam in odontoiatria, un netto progresso si è avuto anche nel campo dei materiali, sia dal punto di vista della resa estetico che della resistenza alla frattura. Le ceramiche monoblocco possono resistere alle sollecitazioni della funzione masticatoria e al danno introdotto durante la fresatura.

I monoblocchi di  prima generazione in materiale ceramico feldspatico sono stati ampiamente sostituiti da ceramica rinforzata con materiali di silice o non-silice (allumina e zirconia), combinati con resina al fine di ottenere una resistenza alla flessione fino ad 11 volte superiore

L’adattamento marginale del restauro in ceramica è un criterio essenziale per valutare il successo clinico. Numerosi ricercatori hanno valutato l’adattamento marginale dei restauri fabbricati con sistemi CAD-CAM. Questi hanno riferito un gap del tra 25 micron e 113.88 μm. Gli autori hanno dimostrato che un utente esperto nell’utilizzo dello scanner, che abbia completato tre sessioni di allenamento complete, produce restauri con margini significativamente migliori rispetto ad un utente inesperto. Va però anche detto che sono stati riscontati risultati di precisione comparabili tra le protesi ottenute con metodica convenzionale in laboratorio e quelle realizzate con tecnologia CAD-CAM alla poltrona (chairside).

Un gap marginale fino a 120 micron è considerato clinicamente adeguato con materiale da cementazione resinoso, anche se possiamo identificare come accettabile un gap marginale fino a 160 micron.

Una preoccupazione dal punto di vista estetico è stata per il passato legata al fatto che la ceramica monoblocco possieda aspetto monocromatico. I primi blocchi di ceramica per la fresatura chairside erano disponibili solo in una gamma di tonalità limitata. Professionisti del settore hanno dovuto superare questa carenza con procedure di colorazione supplementari.

Video che illustra le fasi per la caratterizzazione delle corone realizzate con metodica CAD-CAM

youtube
please specify correct url

Video updated by emaxLD2

Tuttavia, con i nuovi progressi nella tecnologia di fabbricazione, una maggiore scelta dei blocchi con qualità estetiche elevate è disponibile sul mercato. Blocchetti di resina-ceramica rinforzata sono stati inoltre recentemente introdotto sul mercato con buon successo.

Dati clinici limitati sono presenti in letteratura relativamente a questi nuovi materiali e solo negli ultimi anni si sta assistendo alla comparsa di pubblicazioni inerenti.

I rapidi progressi nella tecnologia dei materiali monoblocco ha cambiato radicalmente le prestazioni e l’estetica dei restauri fresati con sistema chairside CAD-CAM.

Ci sono diversi sistemi CAD-CAM attualmente disponibili sul mercato per i professionisti dell’odontoiatria, alcuni esempi sono CEREC® AC, E4D DentistTM, Lava ™ COS, e la Cadent iTeroTM.

Va tenuto presente che, indipendentemente dalla tecnologia e dalla sistematica utilizzata, il restauro finale dipende dall’abilità clinica dell’odontoiatra e dalla sua capacità di utilizzare queste tecnologie.

 L’odontoiatra deve deve essere disposto a fare i cambiamenti necessari al miglioramento della propria pratica, senza correre immediatamente dietro alle mode commerciali del momento, conscio che sarà necessario del tempo per imparare ad utilizzare al meglio software e hardware nuovi e muovendosi sempre al fine di ottimizzare i tempi, ridurre i costi, migliorare i risultati estetici e funzionali.

Per chi volesse approfondire l’argomento, la relazione di Roberto Spreafico, che si terrà presso l’hotel Marriot, a Milano dal 7 al 9 Aprile, nel contesto del congresso di Amici di Brugg, volgerà l’attenzione proprio su questo tema. Qui tutto il programma e le informazioni sul congresso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here