La tecnica MEA (Mixed Endodontis Alloy) Inverse Taper® nasce dall’esigenza di dover rimediare a difficoltà terapeutiche in endodonzia, come trattamenti di canali con curve a stretto raggio, doppie curve, curvi e atresici. La tecnica MEA Inverse Taper® si ottiene usando una sequenza ibrida di strumenti con leghe a differente trattamento termico, la fase iniziale prevede la strumentazione con  il 10.04 e 15.05 degli Mtwo, la cui lega austenitica offre una maggiore capacità di taglio e il pitch, invece, permette un’efficace risalita di detriti; la seconda fase si finalizza con gli Plex V 20.04 e 25.04 la cui lega martensitica garantisce il rispetto dell’anatomia originale e una maggiore abilità a mantenersi centrati nel canale. Analizzando i valori numerici dei singoli taper in funzione della loro grandezza, possiamo notare che a D6 il 15.05 ha un valore pari a 0,45 mm, a D11 invece è 0,70 mm. Con la riduzione di grandezza del taper, andando ad usare una conicità minore come la .04% - piuttosto che la .06% come previsto per gli Mtwo – si avrà un valore di 0,44 mm per il 20.04 a D6 e di 0,69 mm a D11 per il 25.04. Questo conferma che dal D5 con il 20.04 e dal D10 con il 25.04 in poi il contatto tra le pareti dentinali e le lame si annullerà e, oltremodo, da D0 a D11 ci sarà una progressiva riduzione dei valori, invece di una progressiva crescita. Questo si dovrebbe tradurre in una riduzione del rischio di frattura degli strumenti.

Giovanni Messina
Odontoiatra, libero professionista, Agrigento

Questo contenuto è riservato agli abbonati al Dentista Moderno.

Abbonati e continua a leggere su DM Club, l'area premium del Dentista Moderno

Fai già parte del DM Club?
Strumentazione mista e tecnica delle conicità invertite nei canali curvi - Ultima modifica: 2021-12-15T09:59:28+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome