La Società Italiana di Medicina Estetica (SIME) e il dott. Giuseppe Lavra, Presidente dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri si sono espressi a favore del Parere del Consiglio Superiore di Sanità del 15 luglio 2014 sul tema delle competenze dei laureati in Odontoiatria rispetto ai trattamenti con finalità estetiche.

Di seguito riportiamo il Comunicato condiviso con il Collegio Italiano delle Società Scientifiche di Medicina Estetica di cui la SIME fa parte:

 

Agorà/SIES/SIME con il Collegio Italiano delle Società Scientifiche di Medicina Estetica, come indicato nelle precedenti comunicazioni, ha trasmesso un esposto formale al Ministero della Salute, al Consiglio Superiore di Sanità, alla FNOMCeO e all’Ordine dei Medici di Roma per segnalare che in data 21 giugno 2017 presso la sede dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Roma, si sarebbe tenuto un evento intitolato “La Medicina Estetica in Odontoiatria” teso alla formazione specifica dell’odontoiatra in possesso del titolo ex L.408/85, nell’esecuzione di trattamenti di Medicina Estetica.

 

Il 6 luglio 2017, l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Roma ha manifestato la propria opinione scrivendo al Ministero, a FNOMCeO, SIMEO, ANDI, AIO e Movimento Consumatori, ricordando che il 30 agosto 2016 l’Ordine si è espresso sui medesimi temi sollevati dal Collegio al Ministero, specificando che quanto indicato nel parere del Consiglio Superiore di Sanità del 15 luglio 2014 rappresenta un punto fermo e condiviso, e che la richiesta avanzata al MIUR di istituire nei corsi di laurea l’insegnamento di Terapie Estetiche del Viso non appare opportuna, in quanto, sostiene, potrebbe causare confusione tra la figura del medico e quella dell’odontoiatra e tra i diversi ruoli che competono loro.

SIME e Lavra contro i corsi di Terapia Estetiche del Viso in odontoiatria - Ultima modifica: 2017-07-19T07:44:28+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome