La Low Dose Medicine (LDM) costituisce una terapia promettente per il controllo delle patologie parodontali e sistemiche mediando l’infiammazione cronica e acuta.

Durante il processo infiammatorio il sistema immunitario è alterato, inducendo un disequilibrio delle principali citochine coinvolte nella diapedesi infiammatoria e quindi all’insorgenza di malattie infiammatorie, allergiche e autoimmuni.

La LDM, grazie ai farmaci a basso dosaggio e mediante la sequential kinetic activation, riesce a ristabilire l’omeostasi flogistica.

Pubblicità

Nel processo infiammatorio, la prima citochina ad avviarsi è IL-1, sostenendo un ruolo fondamentale nell’infiammazione acuta. L’infiammazione cronica è invece sostenuta da interleuchina IL-6, contrastata da IL-10 fornita a livello sistemico in dosaggi “low dose”. L’alterazione del sistema immunitario alla base di di patologie infiammatorie autoimmuni avviene, invece, quando i valori di IL-4 superano precisi equilibri omeostatici. È ampiamente riscontrato che la cavità orale costituisca l’origine e il serbatoio di numerose comunità microbiche.

Grazie all’uso di test genetici è possibile prevedere l’effetto terapeutico del trattamento parodontale e determinare un chiaro punto di origine della terapia LDM. La LDM fornisce, in contestuale integrazione con terapie causali standard, la possibilità di agire attraverso citochine, ristabilendo l’omeostasi del sistema psico-neuro-endocrino-immunitario (PNEI).

Luca Viganò1, Viola Viganò2, Linda Semenza2, Matteo Fanuli3

1 Dipartimento di Radiologia Orale, San Paolo Dental Building, Università degli Studi di Milano
2 Grado en Odontologia, Universidad Europea de Madrid, Spagna
3 Igienista dentale, Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche, Università degli Studi di Milano

Questo contenuto è riservato agli abbonati al Dentista Moderno.

Abbonati e continua a leggere su DM Club, l'area premium del Dentista Moderno

Fai già parte del DM Club?
La Low Dose Medicine in odontoiatria - Ultima modifica: 2021-12-16T09:38:53+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome