La compliance è influenzata dalle caratteristiche psicologiche dei pazienti

ansia del dentista

La compliance, ovvero l’osservanza ai consigli e alle prescrizioni mediche, è un aspetto senza il quale i protocolli terapeutici perdono di efficacia. L'instaurazione di relazioni costruttive nel sistema medico-paziente è la chiave per un'elevata compliance.

L'obiettivo dell’indagine qui considerata, è di stabilire la relazione tra le caratteristiche della personalità dei pazienti odontoiatrici e la loro capacità di conformarsi alle raccomandazioni del clinico.

Lo studio è stato così condotto:
Hanno partecipato un totale di 45 pazienti (25 donne e 20 uomini) di età compresa tra i 19 e i 67 anni.
Sono stati utilizzati i seguenti metodi psicodiagnostici:
• Locus di salute multidimensionale delle scale di controllo, che consente di determinare l'esternalità o l'interiorità del luogo di controllo.
• Test diagnostico delle relazioni interpersonali, che mira a studiare le relazioni umane e consente di definire il tipo di atteggiamento prevalente verso le altre persone.
• Leonhard-Smishek Characterological Questionnaire, progettato per diagnosticare il tipo di accentuazione dei tratti della personalità
• Questionario Tipologico Individuale di Sobchick (ITQ), che contribuisce a definire tratti della personalità come estroversione-introversione, spontaneità-sensibilità, aggressività-ansia e rigidità-labilità
• Questionario di autovalutazione dell’Accademia medica militare di Kirov, che consente ai pazienti di valutare il loro benessere e identificare se hanno disturbi fisici
• Questionario sulla personalità dell'Istituto Bekhterev, progettato per diagnosticare tipi di atteggiamento nei confronti della malattia.
Tutti i pazienti sono stati visitati da un dentista e sottoposti a una valutazione obiettiva dello stato della propria bocca mediante indici di salute dentale.
Successivamente, il medico ha fornito raccomandazioni sulla corretta igiene orale, spiegando l'importanza di rispettarle per migliorare la salute parodontale. Il colloquio è stato seguito da igiene orale professionale. È stato prescritto un esame ripetuto in 4 settimane.

Pubblicità

Per l'elaborazione statistica dei dati è stata impiegata un'analisi comparativa utilizzando il test T di Student, statisticamente significativo al livello di significatività comunemente utilizzato p < 0,05.

Sulla base dei dati ottenuti, è risultato che lo stato del parodonto dei pazienti era stato migliorato dalle ripetute visite dentistiche.
Successivamente, per ottenere le caratteristiche psicologiche dei pazienti con dinamiche positive e negative, questi sono stati divisi in due gruppi:

• Il gruppo 1 (dinamica positiva) comprendeva pazienti con indici diminuiti: le pazienti di sesso femminile si sono rivelate introverse, meticolose e diligenti. I pazienti maschi sono risultati maggiormente autonomi nel prendersi cura della propria salute; ottimisti, orientati agli obiettivi e indipendenti.
• Il gruppo 2 (dinamica negativa) comprendeva pazienti con indici aumentati. Le donne sono risultate emotivamente meno stabili, con bassa autostima, più vulnerabili e dipendenti dal loro ambiente. Gli uomini si sono rivelati più diffidenti, aggressivi e riservati; timorosi e intolleranti al dolore fisico, a disagio per le procedure di trattamento.
I risultati dell’applicazione di questa tipologia di indagine consentono al dentista di prevedere il grado di collaborazione del paziente, elaborando così piani di trattamento individuali. L'approccio individualizzato garantirà un'assistenza più completa ai pazienti e aumenterà la loro compliance. La maggiore compliance a sua volta comporterà la riduzione delle malattie dentali.

Riferimenti bibliografici a proposito di compliance del paziente:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6261882/

La compliance è influenzata dalle caratteristiche psicologiche dei pazienti - Ultima modifica: 2022-02-22T05:00:26+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome