Indagine sui parametri di preparazione di faccette in ceramica

Fig. 7. Visione finale delle faccette prima della fase di cementazione

Le faccette in ceramica (CV), sono un metodo di trattamento consolidato per il restauro estetico conservativo di denti anteriori malformati, scoloriti, disallineati, traumatizzati, fratturati e usurati. Inoltre, facilitano il restauro con una perdita minima di struttura dentale sana.

Inizialmente le faccette sono state fabbricate con porcellana feldspatica, con uno spessore di 0,5–0,7 mm. Per via della rimozione della struttura dentale sana, esse apparivano spesso voluminose e i tessuti molli mostravano segni di irritazione.
I recenti sforzi dei produttori e dei laboratori dentali hanno invece sostenuto le faccette mini invasive "senza preparazione", come opzione di conservazione della struttura del dente esteticamente equivalente o migliore di quelle che richiedono preparazione. Questa tipologia delle Cv offre significativi vantaggi a livello di conservazione della struttura del dente, come ad esempio l'assenza di sensibilità postoperatoria, il legame allo smalto, lo stress di flessione minimo, restauri più duraturi e livelli più elevati di tolleranza del trattamento.

Questo articolo ha lo scopo di fornire linee guida razionali sui parametri di preparazione delle CV:
Preparazione incisale: la tendenza attuale è di includere il bordo incisale o mediante smussatura o mediante sovrapposizione. Quando si prepara la superficie palatale e si riduce il bordo incisale, un indice in silicone è più utile di una fresa di profondità, che ha un'applicazione limitata in questa situazione.
Preparazione labiale: una riduzione labiale inadeguata può potenzialmente portare a un aumento della massa della faccetta, mentre una riduzione eccessiva determina un'esposizione della dentina più estesa. Data la tendenza a una preparazione insufficiente quando i denti vengono preparati a mano libera, si raccomanda di utilizzare una fresa index o un misuratore di profondità appropriato. Sarà comunque necessaria una preparazione a mano libera di denti gravemente scoloriti, in modo da garantire un risultato estetico di successo, con un maggiore spessore della ceramica e/o del cemento nel restauro finale per una maggiore capacità di mascheratura.
Estensione interprossimale: le opzioni vanno da una preparazione praticamente assente o una preparazione che si interrompe appena prima del contatto interprossimale, a una leggera apertura di quest’ultimo. In determinate situazioni può essere necessario interrompere il contatto per eliminarlo, oppure cambiare forma o posizione dei denti nel caso di faccette multiple. Lo spazio aggiuntivo interprossimale consentirà al ceramista la libertà di regolare i contorni e la posizione dei denti.
Margine cervicale: la posizione ottimale per la riuscita delle faccette è appena entro i confini del solco gengivale. Nei casi alterati da tetracicline, per mascherare la colorazione scura nella regione cervicale, è consigliabile andare ulteriormente sotto gengiva. In tal caso, potrebbe anche essere necessario rimuovere leggermente più struttura del dente. Le frese diamantate convenzionali lasciano sullo smalto una superficie macroscopicamente ruvida. L'ulteriore preparazione del dente utilizzando una fresa diamantata di piccole dimensioni o una fresa di finitura in carburo di tungsteno a più scanalature leviga la superficie della preparazione e può essere utilizzata per rifinire il margine di finitura.

Pubblicità

La riuscita della preparazione di CV implica una grande attenzione ai dettagli: pianificazione del caso, preparazione dei denti conservativa, corretta selezione della ceramica, dei materiali e dei metodi di cementazione, corretta finitura e lucidatura dei restauri e corretta pianificazione per la loro continua manutenzione.

Il tasso di successo delle CV è stato valutato clinicamente in studi lungo un arco temporale compreso tra 18 mesi fino a 20 anni. Il tasso di successo riportato in questi studi varia in questi studi tra il 75% e il 100% all'aumentare tendenzialmente dei tempi di follow-up.

Frattura, microinfiltrazione e distacco sono i tipi di fallimento osservati, mentre alcuni dati indicano chiaramente che la preparazione di faccette in dentina influisca negativamente sulla sopravvivenza di esse.

In conclusione, le faccette sono una delle opzioni di trattamento più conservativi, tuttavia risulta ugualmente necessario seguire alcune regole. Le linee guida sui parametri di preparazione sopra elencate possono fornire un valido aiuto nel comprendere come prepararle.

Indagine sui parametri di preparazione di faccette in ceramica - Ultima modifica: 2022-03-01T06:46:23+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome