Dove va il DM?

Da quando collaboro con il DM, circa 20 anni, il mondo odontoiatrico è completamente cambiato: ci sono state rivoluzioni profonde nell’ambito sociale e professionale.

Da un’offerta di prestazioni prevalentemente libero-professionale stiamo passando a un’erogazione organizzata da grandi gruppi di investimento che spesso rivolgono l’attenzione al nostro settore alla ricerca di margini di remunerazione del capitale ancora esistenti (per ora) in sanità.

Siamo passati da una richiesta di prestazioni ispirata alla massima efficacia e durata del risultato clinico a una domanda informata e puntuale e il più delle volta condizionata dalla pragmatica soluzione di problemi clinici urgenti con la minima spesa possibile per il paziente.

Pubblicità

Insomma, una rivoluzione copernicana!

Credo che il DM abbia oggi il difficile compito di contribuire, attraverso la formazione dei clinici, alla promozione di pratiche professionali che non seguano solo la bussola della remunerazione del capitale investito ma abbiano lo scopo di rimettere la “buona pratica clinica” al primo posto dell’interesse dell’odontoiatra e del paziente.

Questi i passaggi che ritengo necessari per il dentista 2.0: 

introdurre la digitalizzazione delle nostre procedure insieme alle nuove tecnologie con una costante attenzione al costo-beneficio biologico ed economico delle nostre prestazioni;

rivedere le nostre terapie in base a criteri di efficienza e non solo della massima efficacia possibile che si può rivelare un overtreatment;

introdurre criteri gestionali adeguati alla nostra attività che è e deve rimanere un’attività professionale;

garantire un ricambio generazionale libero-professionale.

Sono certo che sviluppando questi temi rimetteremo la buona pratica clinica al centro della discussione contribuendo allo sviluppo della nostra attività garantendo nel contempo la qualità delle nostre prestazioni.


Dove va il DM? - Ultima modifica: 2015-09-11T16:06:26+00:00 da Luigi Paglia

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome