48 raccomandazioni sulla sedazione cosciente

Guida alla sedazione cosciente

Presentiamo qui l’estratto delle linee guida fornite dallo scozzese Coulthard sulla sedazione cosciente. La guida si compone di 48 dettagliate raccomandazioni, divise in diverse aree d’interesse:

PREMESSA: discutere i metodi alternativi di gestione dell’ansia con il paziente e garantire che la sedazione fornita nello studio odontoiatrico rispetti la definizione accettata di sedazione cosciente.

VALUTAZIONE E RACCOLTA DATI: come parte di una valutazione approfondita, chiarire al paziente tutti gli aspetti del trattamento con sedazione cosciente, fornendo anche istruzioni scritte. Ottenere il consenso scritto del paziente; conservare una cartella completa ed aggiornata. AMBIENTE E STRUMENTAZIONE: assicurarsi che l’ambiente per la sedazione sia sicuro e che siano predisposti la corretta attrezzatura ed i farmaci previsti per ogni tecnica di sedazione utilizzata. Accertarsi che apparecchiature e farmaci atti ad affrontare emergenze o complicanze legate alla sedazione siano di immediata disponibilità.

FORMAZIONE: addestrare correttamente tutti i membri del personale alle tecniche di sedazione utilizzate, tra cui il monitoraggio del paziente durante il trattamento e la gestione di eventuali complicanze correlate alla sedazione. Per la sedazione per via orale e transmucosa, assicurarsi che il sedazionista sia preparato su altre tecniche titolabili ed abile nell’incannulamento venoso. Accertarsi che i sedazionisti che forniscano sedazione a gruppi di pazienti siano esperti nella loro gestione.

TECNICHE DI SEDAZIONE COSCIENTE: per la sedazione inalatoria, assicurarsi che venga continuamente somministrata una dose titolata di protossido di azoto mediante apparecchiature appositamente progettate. La sedazione orale, transmucosa ed endovenosa richiedono il monitoraggio della pressione arteriosa e della saturazione. Si consiglia una dose titolata di midazolam per la sedazione endovenosa.

DOPO IL TRATTAMENTO: monitorare i pazienti durante tutto il periodo di recupero fino alla dimissione, previo l’affidamento ad un accompagnatore adulto responsabile, che abbia anche ricevuto istruzioni postoperatorie scritte. L’accompagnatore può non essere necessario dopo la sedazione con N2O.

Fonte:

Conscious sedation guidance.

Coulthard P.

Evid Based Dent. 2006;7(4):90-1.

48 raccomandazioni sulla sedazione cosciente - Ultima modifica: 2015-03-31T11:04:25+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome