CONDIVIDI

Effetto dei metodi di polimerizzazione e termociclaggio sulla stabilità del colore dei denti in resina dei manufatti protesici  

Effect of polymerization methods and thermal cycling on color stability of acrylic resin denture teeth

W.G. Assuncao; V. A. Ricardo Barao; M. Sucena Pita; M. Coelho Goiato, Aracatuba Dental School, Sao Paulo State University (UNESP), Brazil, The J. of Prosth. Dent. 102, (6): 385-92.

In questo numero viene affrontato il problema del cambiamento di colore della resina acrilica utilizzata per i manufatti protesici con il passare del tempo considerando le fasi di polimerizzazione e termociclaggio. Risulta evidente che la resina a contatto con bevande colorate o nei fumatori accelera il processo di discolorazione.

Questo studio ha come scopo di ricercare gli effetti dei metodi di polimerizzazione e cicli termici che possono influenzare la discolorazione degli elementi in resina.

Elementi dentari in resina acrilica sono ampiamente utilizzati per la loro capacità di adesione alla resina stessa che costituisce la base del manufatto protesico.
Comunque il cambiamento di colore dei denti in resina, con l’andare del tempo, potrebbe costituire un problema.

Sono state analizzate 10 differenti marche di resina utilizzata per la realizzazione dei denti della protesi: Art plus (AP), Biolux (BX), Biotone IPN (BI), Magister (MG), Mondial 6 (MD), Premium (6), SR Vivodent PE (SR), Trilux (TR), Trubyte Biotone (TB) e Vipi Dent Plus (VP).

Per lo studio sono stati utilizzati 240 campioni.

Per ogni marca di resina 12 elementi sono stati sottoposti a una simulazione di polimerizzazione con micronde a 500 Wper 3 minuti, e gli altri 12 elementi sottoposti a polimerizzazione convenzionale mediante bagno in acqua a 74° C per 9 ore.

Una volta avvenuta la polimerizzazione gli elementi sono stati sottoposti a termociclaggio tra 5 e 55 °C con 30 secondi di pausa, per 5000 cicli.

Il colore dei denti in resina è quindi stato misurato mediante uno spettrofotometro, utilizzando il sistema CIE L*a*b*: con B viene indicato il colore di base, P il colore dopo la polimerizzazione e T il colore dopo il termociclaggio.

Le differenze di colore sono state calcolate nell’intervallo tra B e P, T e B, e T e P.

Una differenza < 3.3 può essere considerata accettabile. I dati raccolti sono stati valutati mediante la ripetizione di 3 misurazioni col metodo ANOVA e Turkey HSD.

I risultati ottenuti mostrano come valori nella variazione di colore siano entro limiti accettabili per tutte e 10 le marche di resina utilizzate, sia per i metodi di polimerizzazione sia per i differenti periodi di misurazione.

Implicazioni cliniche

La metodica di polimerizzazione non sembra incidere sulla stabilità del colore degli elementi dentari in resina. Sebbene il termociclaggio influenzi la stabilità del colore di ogni resina testata, il cambiamento di colore non si apprezza clinicamente.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO