Terapia della parodontite: DEL-1 : inibisce l’osteoclastogenesi 

Uno studio condotto sulle scimmie svela il ruolo della proteina DEL-1, secreta dalle cellule endoteliali che regola LFA-1 (linfociti Function-associated Antigen-1) integrina-dipendente attiva nel reclutamento dei leucociti e nel process di infiammazione in vari tessuti.

E’ stato dimostrato che DEL-1 è espresso nell’uomo e nel topo e che questo agisce sui processi di riassorbimento e differenziazione. DEL-1 inibisce l’espressione di NFATc1, un regolatore dell’osteoclasteogenesi. DEL-1 ha funzione sia antinfiammatoria che anti-riassorbimento osseo; nella fattispecie a livello orale è stato visto come queste due azioni, siano in grado, nel primate, di arrestare processi di perdita ossea dovuti a parodontitie.

YouTube: please specify correct url

Pubblicità

Video from Youtube Updated by Clínica Dental Pardiñas

La parodontite è un disturbo infiammatorio cronico che causa distruzione progressiva dell’osso e dei tessuti molli di supporto del dente, la cui incidenza aumenta in caso di alcune patologie di tipo sistemico. Questa patologia prende le mosse a partire da comunità microbiche locali,è la risposta infiammatoria dell’ospite a questo insulto microbiologico, a provocare in ultima analisi danno ai tessuti; all’interno di questo contesto si inserisce l’attivazione degli osteoclasti a riassorbire l’osso. 

Vi è attualmente un insoddisfatta necessità di terapie efficaci e sicure per il trattamento della reazione infiammatoria cronica alla base della parodontite, che spesso non risponde a trattamento meccanico convenzionale combinato con la terapia antimicrobica.

L’alta prevalenza di parodontite, che colpisce> 47% negli Stati Uniti e tra questi l’ 8,5% in modo grave, sottolinea l’importanza di attuare interventi di trattamento innovativo.

A questo proposito è stato studiato il potenziale terapeutico di DEL-1 una proteina anti-infiammatorio che esercitata anche effetti anti-osteoclastogenici.

L’obiettivo di questo studio è stato quello di capire i meccanismi per cui DEL-1 regola l’osteoclastogenesi e testare la sua capacità di bloccare la perdita ossea infiammatoria in topo e scimmie.

E’ emerso che la struttura modulare di DEL-1 le conferisce una versatilità funzionale e proprietà omeostatiche. DEL-1 sembra impedire la  perdita ossea infiammatoria regolando a monte tanto il reclutamento di cellule infiammatorie quanto i processi a valle a il livello di osteoclastogenesi. 

NFATc1 presenta un’espressione molto alta nella malattia parodontale ed è strettamente correlata con l’espressione di RANKL e parametri clinici come la perdita clinica di attacco osseo (CAL).

L’espressione di RANKL indotta da NFATc1 è fondamentale al fine della differenziazione osteoclastica, proprio per questo, per inibire il riassorbimento osseo,è fondamentale DEL-1, che, legandosi con un’interina (Mac-1) sugli osteoclasti, scatena l’upregolazione di BCL6 il quale a sua volta inibisce NFATc1.

Questo meccanismo duplice d’azione è potenzialmente un’arma valida perché la somministrazione a livello locale di DEL-1, nei primati, ha mostrato di poter arrestare l’infiammazione e bloccare la distruzione ossea parodontale. Questi risultati potrebbero tradursi in una cura per la parodontite umana, perché il sistema immunitario e l’anatomia parodontale dei primati analizzati rimane molto simile a quella degli esseri umani.

DEL-1 si configura quindi come un potenziale mezzo per arrestare i processi patologici che provocano distruzione e riassorbimento osseo, arrestando i processi infiammatori che li sottendono.

Terapia della parodontite: DEL-1 : inibisce l’osteoclastogenesi  - Ultima modifica: 2015-10-13T08:44:05+00:00 da redazione

3 Commenti

  1. Un plauso a tutti i ricercatori che studiano la malattia parodontale e cercano di trovare valide soluzioni a questo troppo sottovalutato problema ! E un ringraziamento a voi DM per pubblicare questi articoli , credo che la ricerca italiana in questo campo sia tra le prime al mondo ! Sarei ben lieto di inviarvi della documentazione in merito alle ultime innovazioni in questo campo .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome