Ossido di grafene: possibile futuro utilizzo contro i batteri del cavo orale

3. Esempi di crescita di colonie di microrganismi su terreno BHI.

Le patologie orali causate dall’eccessiva presenza di batteri sono il più comune problema di salute al mondo. E’ stato scoperto che l’ossido di grafene può essere efficacemente sfruttato nell’eliminazione di tali batteri, alcuni dei quali hanno ormai sviluppato una discreta resistenza agli antibiotici. La scoperta è stata pubblicata su “ACS Applied Materials & Interfaces” da Zisheng Tang e il suo team che ha esaminato le proprietà battericide del grafene e ne ha ipotizzato l’impiego per la cura dei denti. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Acs Applied Materials & Interfaces.

Egli ha infatti osservato come spesso i dentisti prescrivano gli stessi antibiotici per eliminare i batteri che causano problemi orali. Con l’aumento di resistenza gli antibiotici si sono resi però necessari nuovi approcci per affrontare il problema. Studi precedenti hanno dimostrato che l’ossido di grafene ha dalle promettenti applicazioni in campo biomedico. Può infatti inibire la crescita di certi batteri, tra cui quelli coinvolti nelle patologie orali.

In laboratorio, i ricercatori hanno testato il materiale su tre differenti tipi di batteri, dimostrando come le pareti cellulari dei batteri e le loro membrane vengano distrutte, rallentando così la crescita dei fattori patogeni.

Pubblicità

 

Ossido di grafene: possibile futuro utilizzo contro i batteri del cavo orale - Ultima modifica: 2015-03-17T17:00:02+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome