La sedazione in Odontoiatria pediatrica: modalità e opinioni

Gli studi che qui presentiamo sono incentrati su due sondaggi all’interno dei quali sono stati valutati i molteplici aspetti legati alla sedazione dei pazienti odontoiatrici pediatrici e i possibili eventi avversi post-trattamento.

Pratiche e opinioni sulla sedazione a base di protossido d’azoto eseguita da dentisti autorizzati a svolgere questo tipo di analgesia in Brasile

Practices and opinions on nitrous oxide/oxygen sedation from dentists licensed to perform relative analgesia in Brazil

Daher A, Pinheiro Lima RH, Rezende Costa L, Rodrigues Leles CR. BMC Oral Health 2012;12:21.

Lo scopo di questa indagine è stato quello di identificare le attuali pratiche e opinioni sulla sedazione cosciente (RA) – condotta da dentisti brasiliani con licenza di poterla eseguire – mediante somministrazione di protossido di azoto nei pazienti odontoiatrici.

L’analgesia relativa (RA) o sedazione cosciente è un termine introdotto in Odontoiatria dall’americano Harold Langa, nel 1968, per rappresentare l’inalazione di un flusso continuo a variabile concentrazione di protossido di azoto per produrre sedazione e analgesia. L’obiettivo della RA è quello di aiutare i pazienti timorosi e/o ansiosi che con questa metodica si sentono più rilassati, facilitando in tal modo le procedure mediche e dentistiche.  Questo è un sondaggio in sezione trasversale di dentisti, aventi la licenza in Brasile per eseguire la RA, ed è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione dell’Università Federale di Goias, Brasile. Sono stati 652 i dentisti con licenza in grado di fornire RA nel 2007. Dei 652 dentisti ammessi, 305 sono stati esclusi perché le loro informazioni di contatto non erano disponibili online. Dei rimanenti 347, 62 non avevano un indirizzo di posta elettronica valido (messaggio automatico “posta restituita al mittente”) e 4 hanno rifiutato di partecipare. Il campione finale comprendeva 281 dentisti che hanno accettato di partecipare allo studio. A loro è stato chiesto di compilare un questionario autosomministrato, inviato via posta elettronica, contenente domande a risposta chiusa sulle loro pratiche e opinioni riguardo la RA. Per testare l’interazione tra pratiche e opinioni, l’analisi K-means cluster è stata utilizzata per dividere il gruppo per i confronti statistici. Il tasso di risposta è stato del 45,2%. Le donne hanno costituito il 64,6% degli intervistati, l’età media è stata di 39,1 anni (SD = 9.8), e il tempo medio di svolgimento della professione dalla laurea in Odontoiatria di 16 anni (SD = 9.7). Il 77% degli intervistati ha riferito l’uso di RA nella pratica clinica. I pazienti con alcune carenze fisiche o mentali erano indicazioni connesse con la pratica di RA. I punteggi dei pareri dei dentisti variavano tra 15-41 punti (media 29.2, SD = 5.6). Sono stati stabiliti due gruppi che rappresentano opinioni più favorevoli (n = 65) e meno favorevole (n = 55). I dentisti donne (p = 0.04) hanno eseguito RA negli ambulatori dentali (p <0.01), o la praticavano frequentemente (p <0.001), e hanno dato opinioni più favorevoli sulla RA.

Implicazioni cliniche

La sedazione cosciente rappresenta una valida soluzione nei pazienti pediatrici, in quelli non collaboranti o nei soggetti particolarmente ansiosi e risulta molto diffusa, soprattutto quella di tipo inalatorio.

La sedazione in Odontoiatria pediatrica: modalità e opinioni - Ultima modifica: 2014-04-02T11:42:54+00:00 da fabiomaggioni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome