Implantologia a congresso: Premium Day Special Torino 2019

L’implantologia d’avanguardia è stato il tema di un’edizione speciale del tradizionale Premium Day, il congresso annuale organizzato da Sweden & Martina. Edizione speciale, quella che si è svolta a Torino lo scorso novembre, che avrà un seguito l’8-9 dicembre con un’altra special edition, quella di Catania. Cornice prestigiosa dell’evento è stata l’avveniristico Museo dell’Automobile di Torino, dedicato all’avvocato Giovanni Agnelli che racconta l’evoluzione della società moderna offrendo un viaggio attraverso la storia dell’automobile.

E di evoluzione si è parlato anche durante lo speciale Premium Day di Torino in tema di chirurgia guidata – sia per quanto riguarda la parte diagnostica sia per i software di pianificazione – con il dottor Sebastiano Rosa e l’odontotecnico Marco Aguzzi, e in tema di protesi su dente naturale e su impianti con il dottor Stefano Lombardo e l’odontotecnico Antonello Di Felice. Lombardo ha mostrato la sua esperienza clinica con l’impianto Prama, vero protagonista dell’evento, i risultati estetici eccellenti ottenuti grazie alla combinazione della microrigatura e della convergenza del collo intramucoso.

Il congresso ha poi affrontato il tema dei materiali ceramici, cementazione adesiva e tecniche di fresaggio in CAD/CAM con il dottor Nicola Scotti, e l’utilizzo terapeutico dell’ozono con particolare riferimento all’implantologia con il dottor Simone Marconcini, membro dell’Istituto Stomatologico Toscano.

Anche la seconda giornata del Congresso, aperta dal professor Stefano Carossa, direttore della Dental School – tra le strutture europee più avanzate a livello tecnologico in ambito odontoiatrico che ha ospitato i corsi pre-congressuali – è stata densa di eventi. Si è parlato con il dottor Francesco Pera di riabilitazioni full-arch a carico immediato con impianti Prama, in cui è possibile beneficiare delle diverse possibilità di inserimento del collo, che può essere gestito nella posizione più idonea al singolo caso clinico, potendo andare in contatto tanto con i tessuti duri che con i tessuti molli.

Una tale libertà di gestione a livello chirurgico permette anche di evitare i possibili riassorbimenti ossei a livello coronale che di solito si riscontrano entro il primo anno dall’inserimento. È questo il plus dell’impianto Prama agli occhi di un parodontologo come il dottor Francesco Ferrarotti, ricercatore specializzato in parodontologia, il quale nella sua relazione ha mostrato i soddisfacenti risultati clinici e radiografici ottenuti in questi anni di utilizzo di Prama.

Il dottor Roberto Abundo, infine, ha illustrato lo stato dell’arte e la sua esperienza clinica riguardo alle perimplantiti e al loro trattamento chirurgico, mentre al dottor Ignazio Loi è stata affidata la chiusura dei lavori congressuali con un intervento sulla dominanza delle forme nella conformazione dei tessuti.

Non è mancata la tradizionale cena di gala che si è svolta con oltre 500 invitati in un’atmosfera emozionante presso la Nuvola Lavazza, centro direzionale del colosso della torrefazione made in Italy.

 

Implantologia a congresso: Premium Day Special Torino 2019 - Ultima modifica: 2019-11-25T10:40:31+00:00 da redazione
Implantologia a congresso: Premium Day Special Torino 2019 - Ultima modifica: 2019-11-25T10:40:31+00:00 da redazione
Implantologia a congresso: Premium Day Special Torino 2019 - Ultima modifica: 2019-11-25T10:40:31+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome