Un arredo studiato e disegnato attentamente ad hoc può soddisfare al meglio le esigenze funzionali specifiche di uno studio dentistico, oltre a utilizzare al massimo lo spazio a disposizione.

Quando si prende la decisione di sostituire l’arredamento dello studio dentistico, magari anche insieme a una ristrutturazione, è opportuno tenere conto di diversi aspetti sia funzionali che di immagine. Possiamo differenziare gli arredi in due tipologie: arredi di serie e arredi su disegno. Gli arredi di serie sono arredi in commercio, modulari, non permettono grandi adattamenti agli spazi e alle necessità, perché vengono prodotti con misure standard, e offrono ridotte possibilità di scelta di materiali, finiture e colori. Viceversa gli arredi su misura sono arredi disegnati e creati ad hoc da un progettista, per una precisa funzione e per uno spazio definito. In questo caso si possono scegliere materiali, finiture e colori in base alle specifiche necessità.

Un buon progetto di arredo su misura permette di soddisfare le necessità funzionali e l’aspetto di immagine dello studio. Questa tipologia di arredi si integra con l’architettura degli spazi esistenti o progettati, sfruttando al massimo la superficie a disposizione e prestandosi a soluzioni ad hoc per ogni esigenza. È pensiero comune che un arredo su misura sia più costoso di un arredo di serie, ma è un preconcetto: se ben progettato non costa di più e ha inoltre un valore aggiunto difficilmente raggiungibile con pezzi modulari standard, soprattutto negli studi dentistici dove gli spazi per i flussi, le attività mediche e le necessità specifiche, sono da sfruttare al meglio. Gli interventi illustrati in queste pagine sono stati progettati e realizzati per uno studio dentistico il cui valore aggiunto è stato ottenuto con il disegno accurato degli arredi, in modo da ottimizzare tutti gli spazi a disposizione e ottenere soluzioni particolari adatte alle specifiche necessità di forma e funzione.

Mobile su misura per locale sterilizzazione

Il locale sterilizzazione era da arredare su 3 lati contigui con 2 mobili ad angolo. Solitamente le ditte specializzate in arredi tecnici per dentisti possono realizzare pezzi speciali per adattarsi al progetto e agli spazi, ma i pezzi speciali costano molto di più di quelli standard e pertanto la soluzione del “su misura” con arredo realizzato totalmente da ditte di falegnameria è sicuramente la soluzione ottimale per contenere i costi a fronte di un migliore risultato. L’arredo progettato per il locale sterilizzazione, illustrato nei disegni a pagina 102, prevede cassetti, lavello ad angolo con sottostante apparecchio dell’osmosi, spazio per frigorifero e per futura ulteriore autoclave nella parte bassa e pensili nella parte alta.
Il tutto è realizzato per poter rendere le operazioni sistematiche e ordinate e per sfruttare al massimo lo spazio.

Pianta e prospetti dell’arredo del locale sterilizzazione
1) cestone porta sacco (pulito e sporco); 2) cestone porta sacco rifiuti speciali; 3) ultrasuoni; 4) rubinetto osmosi; 5) miscelatore con doccino estraibile; 6) contenitori con mensole e spazi per il futuro frigorifero; 7) cassettiera; 8) imbustatrice; 9) autoclave

 

il locale sterilizzazione arredato (il dettaglio di un lato)

Mobile su misura con lavello integrato per bagno privato

Il caso del mobile sottofinestra con lavello integrato è un esempio ancora più significativo per quanto riguarda il valore del  progetto di arredo su misura. Si è disegnato un mobile contenitore, all’interno del quale si è inserito sia l’aspiratore con presa d’aria esterna e ricambio d’aria interno, sia un lavello sotto-piano con contenitore sottostante.

Il risultato è un mobile molto particolare: le ante (diritte e curve) hanno un sistema di apertura che permette il loro totale smontaggio per la fuoriuscita dell’aspiratore in caso di sostituzione o manutenzione straordinaria, inoltre il battiscopa sulla parte diritta dell’anta in corrispondenza dell’aspiratore è stato realizzato con una griglia per il riciclo dell’aria. I pannelli del mobile sono stati isolati acusticamente dall’interno per non far passare il rumore dell’aspiratore quando in uso. I disegni (in alto) dimostrano la complessità del progetto di questo mobile. Il risultato, pulito ed elegante, maschera un mobile tecnico. Il piano del lavello è stato realizzato in corian colore bianco puro, mentre, per ridurre i costi, il lavello è in ceramica collocato sotto al piano in corian. Le ante sono laccate grigie per riprendere il colore della fuga del gres tipo marmo di Carrara  a pavimento, mentre il battiscopa è in alluminio per poter resistere nel tempo al lavaggio della pavimentazione.

Pianta e prospetto del mobile per bagno privato
1) ante rimovibili; 2) anta a battente; 3) zoccolino rimovibile; 4)proiezione aspiratore

 

Mobile lavello e aspiratore

 

Mobile su misura per area controllo radiografie

Il briefing del committente è stato quello di creare una zona per la gestione a distanza delle radiografie.
Anche in questo caso è stata una bella sfida trovare la corretta collocazione (lontano dai locali radiografici ma non troppo) che potesse essere appartata, comoda, abbastanza vicino agli ambulatori e agli stessi locali radiografici.
Abbiamo analizzato varie possibilità per poi giungere a un disegno di un mobile su misura collocato in un disimpegno nella zona privata. L’arredo è caratterizzato da un piano a L rovesciata, che diventa piano di appoggio per mouse e tastiera, con monitor piatti fissati a parete.

Pianta e prospetto del mobile per area controllo radiografie
1) mobile contenitore; 2) ripiani a giorno;
3) vano contenitore
per toner PC;
4) ripiano con sottopiano estraibile per tastiera;
5) monitor a parete per verifica lastre

 

L’arredo della zona di controllo radiografie

Il piano, di larghezza ridotta, è incastrato a 90 gradi in un mobile armadiato a tutta altezza. In corrispondenza della larghezza del piano di appoggio è stata ricavata una nicchia con ripiani a giorno, in modo da dare un senso di equilibrio tra pieni e vuoti, oltre che permettere al medico di archiviare sulle mensole eventuali documenti per l’uso preposto. Sotto al piano, nella larghezza dei ripiani a giorno, è stato ricavato lo spazio per il tower PC. Sul lato sinistro del piano è stata creata una fascia verticale in legno per collocare ed evidenziare i pulsanti e gli interruttori anche luminosi, per l’utilizzo dei radiografici; inoltre la fascia verticale colorata permette di posizionare sia la segnaletica di sicurezza dell’estintore che l’estintore stesso, raggruppando il tutto in corrispondenza dell’angolo svuotato.
A lato del piano, un mobile a tutta altezza scandito da ante di misura regolare con apertura nello scuretto verticale dell’anta, completa il disimpegno per archiviare: cartelle mediche, apparecchi, stampi, cassetta del pronto soccorso (ben evidenziata da segnaletica di sicurezza) e per ultimo un anta più profonda per contenere le attrezzature per la pulizia dello studio medico.

Lucilla Malara
Corrispondenza
l.malara@malara-associati.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here