L’odontoiatra e l’ortodontista non sono solo i principali titolari della gestione clinica della salute delle arcate dentarie e del cavo orale. Il territorio di interesse clinico comprende anche l’articolazione temporo-mandibolare: questa, va ricordato, rappresenta una fra le più complesse e interessanti unità giunturali del corpo umano.

L’ATM rientra in piena sintonia anatomica e, ancora di più, funzionale, con il cavo orale, componendo, nel complesso, l’apparato masticatorio.

I carichi sulla mandibola e sull'articolazione temporomandibolare possono cambiare sulla base della conformazione del complesso maxillo-mandibolare. Diversi autori, inoltre, hanno analizzato la risposta dell'articolazione a diversi quadri di malocclusione, riscontrando differenze anche a livello della relazione posizionale tra condilo e fossa articolare.

Pubblicità

La guida incisiva è uno dei determinanti dell'occlusione; essa può trovarsi alterata in condizioni di malformazione e malocclusione, o anche durante trattamento ortodontico o protesico.

La guida incisiva partecipa anche alle escursioni mandibolari: una guida anteriore poco profonda porta la mandibola ad avanzare eccessivamente in protrusione, al contrario, una guida anteriore eccessiva è in grado di ostacolare lo stesso movimento. Entrambe le condizioni possono determinare un eccesso pressorio sul disco, arrivando ad alterare la pendenza anteriore del condilo e l'eminenza articolare.

Il gruppo di Li si è proposto di indagare questa possibile relazione guida incisiva – guida condilare – ATM, non solo a livello funzionale, ma anche di sviluppo morfologico.

Lo studio è stato impostato secondo un modello retrospettivo multi-cross-sectional, basato sull’osservazione di un totale di 274 TC cone beam di altrettanti pazienti, suddivisi per angolo di guida incisiva in 3 gruppi – 1) < 45°; 2) 45- 60°; 3) > 60° – e per età in altri 4 – a) 6-12 anni; b) 13-16; c) 17-25; d) 26-33.

L’inclinazione anteriore del condilo cresce con l’età in tutti i gruppi, diminuendo però nel gruppo 2, dopo i 17 anni. Il dato del gruppo 1 risulta inferiore a quello del gruppo 3 ma superiore a quello del gruppo 2.
L'inclinazione all'eminenza articolare diminuisce con l'età nel gruppo 1 ma aumenta nel gruppo 3. Nel gruppo 2, il dato medio risulta maggiore a quello del gruppo 1 a 17-25 anni; Nel gruppo 3, superiore rispetto al gruppo 1 a 26-33 anni.

In ultima analisi, l’angolo di guida incisiva manifesta una pur debole correlazione con l’inclinazione anteriore del condilo, dunque con la morfologia condilare. I pazienti con una guida incisale più superficiale tendono ad avere una fossa più piatta per l'età, mentre i pazienti con un angolo di guida incisale maggiore hanno mostrato una tendenza verso una maggiore pendenza a livello del condilo e una maggiore inclinazione dell'eminenza articolare.

Riferimenti bibliografici

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34320973/

Guida incisiva e morfologia condilare - Ultima modifica: 2021-08-13T06:39:36+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome