Come e quando iscriversi all’Enpam

Nei mesi successivi a quello dell’iscrizione all’Ordine provinciale, ogni odontoiatra riceverà direttamente a casa dall’Enpam la richiesta di contributi per il Fondo di Previdenza Generale “Quota A” con allegati bollettini MAV (bollettino unico oppure quattro bollettini per la rateizzazione). La prima quota dovrà essere pagata l’anno successivo rispetto a quello di riferimento.
Inoltre l’Enpam richiede, sempre nell’anno successivo, il versamento dei contributi proporzionali al reddito libero professionale per il Fondo di Previdenza Generale “Quota B”.
Se il medico ottiene una convenzione con la ASL, i contributi pensionistici Enpam saranno detratti dalle competenze mensili e versati, a cura della ASL, all’Enpam.
Se invece il medico viene assunto come dipendente da un Ente Pubblico o di una struttura sanitaria privata, oltre a dover versare i contributi all’Enpam, subirà le trattenute in busta paga che il datore di lavoro verserà all’INPS.

Come iscriversi all’area riservata del sito Enpam 

Dalla home del sito www.Enpam.it bisogna entrare in: area riservata > registrazione agevolata; oppure accedere alla registrazione agevolata andando direttamente all’indirizzo: www.Enpam.it/servizi/ iscrizione

Qui andranno inseriti il proprio codice Enpam, stampato sul modello D ricevuto a casa, e la seconda metà della password ricevuta per posta.

Per completare la registrazione sarà necessario inserire i propri dati anagrafici, scegliere un nome utente e un indirizzo e-mail valido. Tramite posta elettronica verrà inviata la prima metà della password che servirà per terminare la registrazione sul sito.

Cosa e come bisogna pagare l’Enpam

Quota A 

Gli importi relativi alla Quota A dipendono dalla fascia di età di appartenenza all’iscritto. Tale quota, aggiornata al 2015, è così suddivisa:

€ 253,73 annui fino a 30 anni di età

€ 451,10 annui dal compimento dei 30 fino ai 35 anni

€ 807,96 annui dal compimento dei 35 fino ai 40 anni

€ 1454,90 annui dal compimento dei 40 anni fino all’età del pensionamento di Quota A

€ 807,96 annui per gli iscritti oltre i 40 anni ammessi a contribuzione ridotta (a questa categoria appartengono solo gli iscritti che hanno presentato la scelta prima del 31 dicembre 1989. Dal 1990 non esiste più la possibilità di chiedere la contribuzione ridotta).

Le somme comprendono anche il contributo di maternità, adozione e aborto di € 44  all’anno.

Nel caso in cui i medici e gli odontoiatri si siano iscritti all’Ordine nel 2014, dovranno versare nel 2015 i contributi per il 2015 (a seconda della fascia di età di appartenenza, comprensivi del contributo per maternità adozione e aborto) e le rate dovute per il 2014, che partono dal mese successivo all’iscrizione all’Albo.

È possibile proseguire i versamenti di tale quota al massimo fino al 70° anno di età. La richiesta deve essere presentata l’anno precedente al compimento dell’età anagrafica che permette di prendere la pensione di vecchiaia di Quota A. 

L’iscritto che avesse deciso di proseguire con i pagamenti e volesse poi interromperli, dovrà fare domanda agli uffici Enpam. La domanda non esonera dal pagamento del contributo dell’anno in corso, ma la sua validità parte dal primo gennaio dell’anno successivo.

Quota

L’ammontare della quota B viene calcolato in base ai dati presenti sul modello D, sul quale vengono riportati tutti i redditi derivanti da esercizio della libera professione, contratti a progetto, esercizio di incarichi di amministrazione di società e attività di ricerca in campo sanitario. Tra i redditi non assoggettati ci sono invece quelli derivanti da assegni di ricerca e dottorato e i compensi percepiti per la partecipazione a corsi di specializzazione. Gli iscritti all’Enpam che contribuiscono ad altre forme di previdenza obbligatorie, compresi i fondi speciali Enpam, possono fare richiesta per essere ammessi alla contribuzione ridotta. 

L’ammontare della quota B è pari al 2% sul reddito annuo fino a 85.000 euro, e all’1% su quanto eccede tale limite, di cui solo lo 0,50% calcolabile ai fini pensionistici.

Tale contributo viene direttamente calcolato dall’Enpam, in seguito alla presentazione del modello D. La scadenza per tale presentazione è sempre il 31 luglio dell’anno corrente.

Il modello D può essere compilato online nella propria area riservata sul sito www.Enpam.it.

Chi lo preferisse, può utilizzare il modello D personalizzato ricevuto per posta e inviarlo per raccomandata all’indirizzo prestampato presente nella busta allegata al modello D. Per chi lo dovesse inviare in ritardo, la sanzione è fissata a € 120.

Come e quando iscriversi all’Enpam - Ultima modifica: 2015-10-10T08:26:53+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome