L'European Journal of Paediatric Dentistry (EJPD), organo ufficiale della Società Italiana di Odontoiatria Infantile, raggiunge in questi giorni un traguardo importante, incrementando il proprio Impact Factor e passando in pochi anni dallo 0.421 del 2015 a 1.5.
L'EJPD, una delle poche riviste al mondo in tema di odontoiatria infantile che può vantare questa qualifica, è una pubblicazione scientifica dalla storia gloriosa, che ha annoverato come editor e fondatori alcuni tra i protagonisti dell’odontoiatria infantile italiana, come Giovanni Dolci e Giuliano Falcolini .

L'attuale editor in chief  è Luigi Paglia, direttore del Dipartimento di Odontoiatria materno-infantile dell’Istituto Stomatologico Italiano di Milano e membro della Commissione scientifica SIOI, coadiuvato da un board importante di esperti nazionali e internazionali e in stretto coordinamento con il direttore responsabile Giuseppe Marzo, direttore della Scuola di specializzazione di Ortognatodonzia dell'Università degli Studi dell'Aquila.

Il rigore scientifico, la volontà nel perseguire l’eccellenza divulgativa e l’entusiasmo che caratterizzano il lavoro di tutto il Consiglio direttivo della SIOI e del board editoriale hanno reso possibile il concretizzarsi di tale importante obiettivo, motivo di orgoglio per tutta l’odontoiatria italiana e per l’odontoiatria materno-infantile in particolare.

Non sono mancati, in questi anni, i preziosi consigli e la guida di icone dell’odontoiatria infantile mondiale, come Damaso Caprioglio, attuale editor emerito della rivista, e degli statunitensi Franklin Garcia-Godoy e Stephen J. Moss.

Gli sforzi scientifici sono stati supportati con competenza e passione dallo staff editoriale di Ariesdue, società del Gruppo Tecniche Nuove.

EJPD, un traguardo importante - Ultima modifica: 2020-07-08T14:55:00+00:00 da redazione
EJPD, un traguardo importante - Ultima modifica: 2020-07-08T14:55:00+00:00 da redazione
EJPD, un traguardo importante - Ultima modifica: 2020-07-08T14:55:00+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome