Edentulia parziale: gestione di tessuti duri e molli nelle estrazioni dentali

La perdita dei denti si pone come antecedente per effetti che abbiamo bisogno di capire, per fornire la corretta soluzione terapeutica. Le conseguenze più frequentemente riscontrabili sono la perdita ossea e atrofia.

L’edentulia è il fattore più importante alla base della perdita di osso alveolare, questa è più pronunciata durante il primo anno dopo la perdita dei denti. L’osso alveolare non si forma in assenza dei denti e questa stretta associazione dura tutta la vita. La presenza di un dente è necessaria per lo sviluppo dell’osso alveolare e la stimolazione ossea, senza la quale vengono meno le caratteristiche portanti di questo tessuto: densità, qualità e volume.

In conseguenze della perdita dentale, la maggior parte dei denti, orfani dell’antagonista, erompono e questo è un fattore da considerare al momento della riabilitazione della sede di edentulia.

Entrambi, i cambiamenti funzionali e quelli anatomici derivanti dalla perdita dei denti e la conseguente atrofia ossea possono avere effetti a catena sul benessere o la qualità di vita del paziente.

Principali conseguenze dovute a perdita di elementi dentari:
1.Osso:

– Perdita osso alveolare

– Perdita ossea fino all’ 80% dello strato basale

– Riassorbimento grave del mascellare superiore può verificarsi causando l’esposizione del nervo mentale causando dolore in compressione a causa dei traumi occlusali

– Aumento dello spazio interarcata

2.Tessuti molli:

  • Perdita della mucosa cheratinizzata
  • Ridotto supporto del labbro

3. Deficit estetico

Video di un’estrazione atraumatica

YouTube: please specify correct url

Video updated by International Academy for Ultrasonic Surgery and Implantology

Estrazioni dentali minimamente traumatiche

Anche ai fini della riabilitazione è importante che l’estrazione avvenga nel massimo rispetto dei tessuti duri e molli. Sappiamo infatti che la condizione del letto implantare ha un’enorme importanza nel successo della terapia.

Meno sarà traumatica l’estrazione, migliore sarà  la conservazione del volume osseo nel sito Si può quindi dire che la riabilitazione inizia già con l’estrazione atraumatica stessa.

Spesso alcune cautele vengono sacrificate, per la necessità di rimuovere il dente il più rapidamente possibile e ridurre così l’ansia del paziente; in particolare però quando si estraggono elementi anteriori una serie di fattori deve essere considerato, non da ultimo il motivo dell’avulsione. Una radiografia di buona qualità pre-estrazione è essenziale, devono essere ben visibili gli apici e la conformazione radicolare.

La radiografia dovrebbe essere esaminato per valutare altezza dell’osso mesiale e distale, la presenza di patologia periapicale, frattura radicolare (verticale o orizzontale), la prova di precedenti

chirurgie, trattamenti endodontici o qualsiasi altra anomalia come ad esempio riassorbimenti.

Nel caso di estrazioni in regione estetica, ciò di cui bisogna maggiormente curarsi è di salvaguardare il più possibile la teca vestibolare, molto sottile.

Gestione dei tessuti molli in terapia ricostruttiva guarda in anteprima gratuita un estratto del corso

Edentulia parziale: gestione di tessuti duri e molli nelle estrazioni dentali - Ultima modifica: 2016-02-29T07:42:55+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome