Doctor and patient.

Il 27 novembre a Bruxelles si è tenuto il Day of Liberal Professions, promosso dal Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE).

Tra gli argomenti trattati, si è posta attenzione sull’influenza del digitale sulla libera professione e sulla diffusione delle catene in ambito sanitario, facendo riferimento ai recenti casi esplosi in Spagna e in Francia.

Durante la giornata è intervenuto anche Marco Landi, Presidente del Consiglio Europeo dei Dentisti (CED), che ha affrontato il tema della pubblicità in sanità:

«Abbiamo chiesto che in ambito europeo la pubblicità sanitaria venga regolamentata efficacemente, prevedendo messaggi di informativa a tutela del cittadino, come, ad esempio, è avvenuto relativamente al tabacco. Una normativa particolarmente attenta alle fasce di popolazione più deboli, considerato come una pubblicità ingannevole, oltre a indurre un bisogno non necessario, comporti un aggravio dei costi per il cittadino/paziente».

In conclusione, Landi ricorda che «Solo correttezza e fiducia tra paziente e medico possono essere alla base di un corretto rapporto tra le parti, laddove il cittadino è consapevole delle regole etiche alle quali i professionisti sottostanno volontariamente e grazie alle quali i pazienti possono essere adeguatamente tutelati».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here