Contrastare la carie: le sigillature

Rilascio di fluoro e ricarica di differenti materiali da sigillatura

Fluoride Release and Recharge from Different Materials Used as Fissure Sealants

S Bayrak, ES Tunc, A Aksoy, E Ertas, D Guvenc, S Ozer. European Journal of Dentistry July 2010;4:245-250.

Pubblicità

Questo studio in vitro indaga il rilascio di fluoro di cinque diversi sigillanti e la loro capacità di ricarica dopo l’esposizione a 1,23% di fosfato di fluoro acidulato (APF gel).

Le superfici occlusali dei denti posteriori e soprattutto i solchi sono zone molto suscettibili ai processi cariosi. I sigillanti e il loro rilascio di fluoro hanno lo scopo di ritardare la carie se applicati in maniera corretta. Quali sono i sigillanti a maggior rilascio di fluoro e quanto è effettivo il rilascio stesso? In questo studio gli Autori hanno preso in considerazione 5 diversi sigillanti (Fissurit F, a base resinosa; Fuji VII, un cemento vetroionomerico/GIC; Fuji II LC, un cemento vetroionomerico modificato con resina; Ionosit, una resina composita poliacida/PMRC; Aelite Flo, una resina composita fluida. Gli Autori hanno preparato 50 provini (10 per ogni gruppo di materiale) poi polimerizzati per 20 secondi con una lampada al Led. Quindi i campioni sono stati immersi ognuno in un tubo di polietilene contenente 5 ml di acqua filtrata e conservati alla temperatura di 37 °C in un incubatore. Per la prima settimana sono stati spostati in altri tubi di polietilene ogni 24 ore, dopo una sola volta alla settimana fino a 21 giorni. Dopo il ventunesimo giorno i provini sono stati rimossi dai tubi di polietilene e messi a contatto con il gel di fosfato di gel acidulato all’1.23% per 4 minuti, quindi sono stati risciacquati, asciugati bene e riposizionati in un tubo di polietilene contenente 5 ml di acqua a 4 °C fino al momento delle analisi. Il rilascio di fluoro è stato misurato a 1-7, 14, 21, 22, 28, 35 e 42 giorni mediante un elettrodo specifico che rileva ioni al fluoro. Il  Fuji VII e il Fuji II LC hanno dato valori di rilascio di fluoro significativamente superiori agli altri materiali in  tutti i tempi indagati. Il rilascio di fluori in tutti i materiali aumenta sensibilmente in seguito all’esposizione di questi al gel APF 1,23%.

Tabella 1 – Rilascio di fluori dei vari materiali (μg/mm2).
Tabella 2 – Rilascio di fluori dei vari materiali prima e dopo l’applicazione del gel APF 1,23%.

Implicazioni cliniche

Non tutti i sigillanti proposti in commercio garantiscono il medesimo rilascio di fluoro. I sigillanti a base di cemento vetroionomerico ne rilasciano in maggiore quantità ed è consigliato utilizzare quindi questi tipi nei bambini ad alto rischio cariogeno.

Contrastare la carie: le sigillature - Ultima modifica: 2011-02-25T16:18:14+00:00 da robertobroglia

2 Commenti

  1. Prevenzione della carie: l’efficacia delle sigillature, il ruolo dell’odontoiatra | DM Il Dentista Moderno

    […] sigillature dentali per gli elementi molari e premolari sono ormai da molti anni riconosciute come una prassi […]

  2. Prevenzione della carie: l’efficacia delle sigillature, il ruolo dell’odontoiatra | Ambulatorio Benini

    […] sigillature dentali per gli elementi molari e premolari sono ormai da molti anni riconosciute come una prassi […]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome