Canali C-shaped in endodonzia

Classificazioni per i canali C-shaped in endodonzia

Dopo aver introdotto l’argomento dei canali C-shaped in questo articolo passiamo ad analizzarne altri aspetti.

Per facilitare una migliore comprensione dell’anatomia canalare di canali a forma di C sono state proposte numerose classificazioni. La prima classificazione è stata proposta da Manning e Melton et al. Purtroppo entrambi descrissero solo le apparenze degli orifizi del canale, ma non descrissero come la configurazione a forma di C potesse variare lungo la lunghezza della radice. Diverse altre classificazioni sono state poi proposte da Al-Fouzan , Fan et al.,  Fan et al., Gao et al., e Min et al. al fine di semplificare l’inquadramento clinico di ogni caso.

Pubblicità

YouTube: please specify correct url

Video uploaded on Youtube by brightvisionled

Analisi del caso in endodonzia: come fare diagnosi di canali C-shaped

Diagnosi radiografica

La consapevolezza preoperatoria di una configurazione canale a forma di C, prima del trattamento può facilitare una gestione efficace del caso. Una radiografia preoperatoria e una radiografia supplementare con disproiezione di 20 ° in direzione mesiale o distale possono essere l’unico mezzo non invasivo clinicamente per fornire indizi sulla morfologia canalare, tenendo sempre a mente la necessità di rispettare i principi di necessità e ottimizzazione in radiologia.

L’interpretazione radiografica è nel complesso più efficace se basato su combinazioni di radiografie pre operatorie ed intra operatorie che su una sola radiografia.

Recenti ricerche hanno utilizzato una tc spirale per diagnosticare l’anatomia canale, ma la qualità dell’immagine non è ancora abbastanza elevata da rendere evidente strutture così irregolari e fini, e l’esposizione al dosaggio relativamente alto di radiazioni non è giustificato dalla procedura in questione.

Diagnosi clinica

La camera pulpare in denti con canali C-shaped può essere grande come estensione occluso-apicale, con un biforcazione bassa. In alternativa, il canale può essere calcificato, mascherando la sua forma a C. All’inizio, molti orifizi possono essere sondati in maniera puntiforme, successivamente, allargandosi, sarà possibile passare lo strumento senza impedimenti dall’aspetto mesiale a quello distale del canale. 

Endodonzia: Gestione del trattamento di canali C shape

Sistematica di identificazione, preparazione canalare e otturazione dell’endodonto

La cavità di accesso per denti con un sistema canalare a C varia considerevolmente e dipende dalla morfologia della polpa del dente in questione. Dopo aver penetrato il tetto della camera pulpare in maniera cauta e rispettosa dei principi dellìendodonzia, si procede all’identificazione degli orifizi canalari.

A causa della grande capacità volumetrica del sistema di canali a forma di C,sarà ancora più importante del solito irritare con abbondante 5,25% NaOCl al fine di  assicurare massima rimozione dei tessuti e cessazione del sanguinamento. La rimozione del tessuto può essere effettuata tanto con strumenti classici come gli Hendstrom, quanto con tecniche di detersione alternatica, come quelle realizzate con gli ultrasuoni. Questi strumenti migliorano lo shaping delll’imbocco canalare, permettendo una maggiore pervietà dei fluidi all’interno del canale. I sistemi ad ultrasuoni sono molto efficaci anche nella rimozione di calcificazioni che potrebbero ostruire parte dell’imbocco a C del canale. La strumentazione aggressiva va sempre evitata per non incorrere in perforazioni. Una volta ripuliti e alesati i canali, è tempo di dedicarsi all’otturazione canalare che andrà preferibilmente eseguita con tecniche ad onda di calore continua oppure con l’utilizzo di sistematiche che prevedono l’applicazione di guttaperca calda.

Canali C-shaped in endodonzia - Ultima modifica: 2015-12-03T14:05:00+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome