Antibiotici e implantologia: un’associazione necessaria?

Batteriemia in seguito a chirurgia implantare: risultati preliminari
Bacteremia following dental implant surgery: preliminary results
Nilüfer Bölükbaşı , Tayfun Özdemir , Lütfiye Öksüz , Nezahat Gürler. Med Oral Patol Oral Cir Bucal 2012;17 (1):e69-75.

Gli obiettivi di questo studio sono quelli di indagare l’incidenza di batteriemia, batteriologia e la sensibilità degli antibiotici nei confronti dei batteri patogeni negli interventi di implantologia dentale.

Il sangue in condizioni normali è sterile.

Pubblicità

Una batteriemia transitoria si verifica quando i batteri entrano nel circolo sanguigno. Questa può generarsi per svariati motivi.

La batteriemia in Odontoiatria si può verificare spesso in seguito non solo a procedure invasive, come ad esempio estrazioni e chirurgia parodontale , ma anche dopo procedure non invasive, come sondaggio parodontale , cura canalare, trattamenti ortodontici e procedure di igiene orale. In una persona sana, i normali meccanismi di difesa immunitaria riescono a tenere sotto controllo la batteriemia e a contrastarla. I problemi sorgono in pazienti debilitati, con particolari patologie sistemiche – come diabete, patologie immunitarie o cardiache e valvolari – ove le conseguenze di una batteriemia possono essere pericolose. Gli obiettivi di questo studio sono stati:

  • studiare la prevalenza di batteriemia in relazione alla chirurgia implantare;
  • identificare i microrganismi isolati da emocolture;
  • analizzare la suscettibilità agli antibiotici dei batteri rilevati e fornire informazioni sulla profilassi antibiotica da applicare nei pazienti a rischio di IE che prevedono di sottoporsi a un intervento chirurgico di implantologia dentale.

Il presente studio è stato condotto presso la Clinica del Dipartimento di Implantologia Orale presso la Facoltà di Odontoiatria, Università di Istanbul. Il gruppo di studio era composto da 30 volontari (13 maschi, 17 femmine, età media 41±13 anni) selezionati tra i pazienti che soddisfacevano i criteri di inclusione.

Tutti i partecipanti avrebbero dovuto sottoporsi a un massimo di 2 impianti, collocati però senza l’utilizzo di avanzate tecniche chirurgiche (come, ad esempio, il sollevamento del seno o la rigenerazione ossea guidata).

Un totale di 41 impianti dentali sono stati collocati tra il 2006 e il 2008.

I criteri di esclusione che sono stati applicati sono i seguenti: età inferiore a 18 anni, pazienti con patologie sistematiche, fumatori, pazienti con qualsiasi tipo di immunodeficienza, uso sistematico di antibiotici nei 3 mesi precedenti lo studio, uso di routine di antisettici orali da parte dei pazienti, presenza di infezione odontogena (per esempio, parodontite aggressiva, malattie periapicali e pericoronite), pazienti a rischio di IE. I campioni di sangue sono stati raccolti al tempo 0 e 30 minuti dopo l’inserimento dell’impianto dentale e 24 ore dopo l’intervento. Quindi sono stati coltivati in un sistema BACTEC. I batteri isolati sono stati identificati usando metodi convenzionali.

Gli Autori hanno ottenuti i seguenti risultati: non sono stati isolati batteri al tempo 0 e 24 ore dopo l’intervento, mentre la prevalenza di batteriemia a 30 minuti dopo l’inserimento degli impianti dentali è stata del 23% (7/30). Le specie di batteri isolati sono state: Staphylococcus epidermidis, Eubacterium spp., Corynebacterium spp. e Streptococcus viridans.

Implicazioni cliniche
Il clinico deve essere consapevole che l’intervento chirurgico per l’inserimento di impianti dentali è in grado di produrre batteriemia. Pertanto, l’uso delle emocolture e degli antibiogrammi può essere proposto nei pazienti a rischio.


Antibiotici e implantologia: un’associazione necessaria? - Ultima modifica: 2012-05-24T15:56:50+00:00 da Enrico Colnaghi

1 commento

  1. devo fare 4 impianti nella parte inferiore con conseguente protesi fissa, vorrei sapere quali antibiotici naturali posso prendere prima e dopo l’intervento chirurgico
    grazie Mauro C. da Bologna

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome