ANDI sulle Società tra Professionisti in odontoiatria

Dopo che la Regione Lazio ha pubblicato il nuovo regolamento regionale in tema di autorizzazione e accreditamento per studi e ambulatori odontoiatrici (R.R. n. 20 del 6 novembre 2019, BURL n.90 del 7.11.2019), l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) ha richiesto all’assessorato regionale alla Sanità una circolare esplicativa, dal momento che nel testo sembra essere ricompresa la figura della Società tra Professionisti (STP).

«L’ingresso implicito della Società tra Professionisti – si legge nel sito dell’associazione – nel regolamento autorizzativo regionale di una Regione chiarirebbe definitivamente il quadro normativo, consentendo finalmente l’esercizio delle professioni mediche e odontoiatriche nell’unica forma societaria realmente ammissibile per le professioni.»

In questo modo si potrebbe garantire «che le prestazioni siano eseguite esclusivamente da Soci in possesso dei requisiti richiesti per l’esercizio della professione».

Inoltre, farebbe sì che «sia sempre individuabile il professionista responsabile dello svolgimento della prestazione» garantendo una maggior tutela ai cittadini.

 

ANDI sulle Società tra Professionisti in odontoiatria - Ultima modifica: 2020-01-15T07:42:49+00:00 da redazione
ANDI sulle Società tra Professionisti in odontoiatria - Ultima modifica: 2020-01-15T07:42:49+00:00 da redazione
ANDI sulle Società tra Professionisti in odontoiatria - Ultima modifica: 2020-01-15T07:42:49+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome