730 precompilato: FNOMCeO taglia i ponti col Ministero

Continua la protesta dei medici contro il decreto che introduce sanzioni fino a 50mila euro per la mancata o errata trasmissione dei dati sulla spesa sanitaria dei pazienti e il 730 precompilato. E’ una misura che la Federazione degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri (FNOMCeO) ha definito inaccettabile, aggiungendo che è sua intenzione cessare ogni collaborazione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), rifiutandosi di trasmettere i dati richiesti sugli Albi dei professionisti.

“Apprendiamo con stupore l’introduzione di sanzioni, al contrario di quanto assicurato dallo stesso MEF, e diciamo ‘basta’ – ha dichiarato la Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani – a provvedimenti imposti a fatto compiuto, senza consultazione: non forniremo nel formato richiesto i dati degli Albi per l’accreditamento dei professionisti al Sistema Tessera sanitaria. Né, da parte loro, gli Ordini provinciali svolgeranno alcun ruolo per il rilascio delle credenziali ai singoli iscritti”.

”C’è da chiedersi – prosegue – se il MEF ritenga che gli studi dei medici e degli odontoiatri dispongano di un apparato amministrativo in grado di sostituirsi a quello dell’amministrazione fiscale; se medici e odontoiatri debbano accollarsi essi stessi l’onere, a fronte di costi già difficilmente sostenibili, o se tale funzione debba essere delegata, a commercialisti esterni, con spese ancora maggiori”.

Pubblicità

”Nel caso il professionista debba occuparsene personalmente – avverte Chersevani – lo farà inevitabilmente sottraendo tempo alla cura delle persone. E questo non è accettabile”.

Anche il segretario FIMMG Giacomo Milillo si è espresso con dure parole: ”Ancora una volta la semplificazione della Pubblica Amministrazione viene caricata sulle spalle dei professionisti, a danno dei cittadini che troveranno negli studi medici più spese e meno tempo per l’assistenza”.

La questione è stata messa all’ordine del giorno degli Stati Generali della professione medica, convocati il prossimo 21 ottobre a Roma.

”È davvero arrivato il momento di dire basta”, conclude la FNOMCeO.

730 precompilato: FNOMCeO taglia i ponti col Ministero - Ultima modifica: 2015-10-19T08:30:37+00:00 da redazione

5 Commenti

  1. Siamo alle solite: si scrivono “leggi” che come unico scopo hanno quello di confondere il cittadino, o meglio, il paziente che frequenta i nostri studi. Se solo per una volta riuscissimo ad essere uniti TUTTI, credo che qualsiasi governo sarebbe costretto ad ascoltare il nostro parere. Nella peggiore delle ipotesi avremo sbagliato noi e non altri al nostro posto. Ricordiamoci più spesso chi siamo e cosa rappresentiamo. Un saluto a tutti i colleghi.

    .

  2. Si tratta di una prestazione richiesta dal MEF ai Professionisti e come tale andrebbe retribuita perchè serve solo ad alleggerire il lavoro del MEF : il dovere fiscale di un Professionista è solo quello di consegnare al Paziente la ricevuta delle prestazioni;il P. può poi farne l’uso che vuole.

  3. Stati generali, il ruolo dell’odontoiatra e le richieste FNOMCeO | DM Il Dentista Moderno

    […] ottobre si sono tenuti gli Stati generali della Professione medica e odontoiatrica promossi dalla FNOMCeO per l’elaborazione di una “Piattaforma professionale” che porti ad una revisione del […]

  4. […] ed odontoiatri ad utilizzare il Sistema Tessera Sanitaria per la trasmissione dei dati per il 730 Precompilato. Si attendono nuovi sviluppi, ricordando che la scadenza per la trasmissione dei dati relativi alle […]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome