Valutazione dei fattori associati alla paura e all’ansia del trattamento odontoiatrico

Il termine “ansia dentale” (DFA) è riferito all'ansia correlata al pensiero di vedere un dentista per procedure preventive o terapeutiche.

Dal punto di vista psichiatrico la paura irrazionale di cure odontoiatriche è identificata con il termine "Odontofobia": essa comporta terrore, ipertensione, trepidazione e disagio, come specificato nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM)-IV.

Il DFA è un problema significativo nella gestione dei pazienti: il procrastinare o il sottrarsi agli appuntamenti si traduce infatti in un circolo vizioso che, in caso di malattia dentale, ne causa una maggiore prevalenza e gravità.

Pubblicità

La presente revisione ha pertanto lo scopo di valutare l'impatto dei fattori sociodemografici e ambientali sull’ansia dentale.

Le ricerche, di tipo elettronico e bibliografico, sono state effettuate mediante i database di PUBMED/Medline e i database di ricerca di Google, utilizzando parole chiave come: “ansia dentale”, “paura”, “cure odontoiatriche”, “dolore”, “pazienti”.

Gli studi inclusi nella revisione, pubblicati tra il 2000 e il 2020 , erano studi descrittivi, di controllo dei casi, studi prospettici e revisioni sistematiche.

Un totale di 13 studi sono stati inclusi nella revisione.

I fattori esplorativi associati all'ansia dentale erano l'età, il sesso, le precedenti visite dentistiche, l'ansia materna/parentale, la struttura familiare e il numero di fratelli. In particolare è emersa l’importanza:

  • Del ruolo del genere: valutato da 10 studi, 6 di questi riflettevano una relazione significativa di genere con l'ansia dentale. In particolare, 4 dei 10 studi individuavano le femmine come più ansiose rispetto ai maschi.
  • Del ruolo dell’età: con risultati significativi in ​​5 studi che riscontravano come, con l'avanzare dell'età, l'occorrenza di DFA diminuisse.
  • Del ruolo delle precedenti esperienze: 3 studi hanno riportato una relazione significativa.
  • Del ruolo della paura dentale dei genitori: Tre studi la identificavano come un fattore significativo nell'aumento dei livelli di ansia dentale
  • Del ruolo della struttura familiare: uno studio ha riportato che i figli di un genitore single mostravano livelli di ansia inferiori rispetto ai bambini delle famiglie nucleari.

Tali risultati suggeriscono che comprendere l'entità della paura del paziente nel prevenire le visite dentistiche e l'insorgenza di ansia dentale abbia delle dirette implicazioni nello studio dentistico. L'identificazione dei fattori esplorativi consentirà infatti al dentista di pianificare adeguatamente il piano di trattamento per ridurre l’ansia dentale del paziente, riducendo contemporaneamente il suo stesso stress lavorativo.

 Riferimenti bibliografici a proposito di ansia dentale

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33209758/

Valutazione dei fattori associati alla paura e all’ansia del trattamento odontoiatrico - Ultima modifica: 2022-06-27T05:48:35+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome