Il 18 settembre gli odontoiatri saranno chiamati a inviare tutti i dati fatture emesse nel primo semestre del 2017 utilizzando lo Spesometro, argomento già ampiamente affrontato in passato che, grazie all’avvicinarsi della scadenza, torna a far discutere per il doppio lavoro di trasmissione a cui vincola i professionisti. Gli stessi dati, infatti, dovranno essere poi inviati attraverso il Sistema Tessera Sanitaria entro il 31 gennaio 2018. 

Il Presidente Nazionale ANDI Gianfranco Prada è intervenuto scrivendo all’Agenzia delle Entrate, ricordando come la Legge di Stabilità (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 art. 1, comma 953) abbia stabilito che “l’obbligo di comunicare le operazioni attraverso lo Spesometro è escluso per coloro i quali trasmettono i dati al Sistema tessera sanitaria ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175”.

Nonostante ciò, questa doppia trasmissione è ora nuovamente pretesa sebbene, sottolinea Prada, non sia possibile richiedere documenti già in possesso dell’amministrazione finanziaria o di altre amministrazioni pubbliche indicate dal contribuente.

Pubblicità

«Un sistema – denuncia Prada – del tutto illogico e contrario alla ratio di semplificazione e sburocratizzazione degli adempimenti fiscali che invece impone agli operatori sanitari un adempimento duplicato».

 

Spesometro: anche quest’anno invio dei dati a settembre - Ultima modifica: 2017-08-16T07:52:59+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome