Sinistri in aumento, che fare?

Si sta registrando negli ultimi anni un aumento dei sinistri in campo odontoiatrico, in particolare i casi di estrazione di ottavi inclusi costituiscono una delle situazioni che più frequentemente danno origine a contenzioso tra medico e paziente.

I danni neurologici sono una possibile complicanza di questa tipologia di intervento, ma un’adeguata comunicazione con il paziente può portare a una riduzione generale del numero di contenziosi. Il raggiungimento di questo obiettivo può essere ottenuto attraverso la formulazione di un consenso informato che includa tutte le possibili specifiche che il paziente deve conoscere per poter decidere consapevolmente se affrontare o meno l’intervento. Ė consigliabile modificare il consenso nei casi più complessi e lasciare sempre una copia firmata dello stesso al paziente, oltre a quella allegata in cartella.

Il consenso informato deve essere preceduto da un approfondito studio del caso che includa indagini radiologiche: OPT o radiografie endorali e, se necessario, TC nelle sue varie declinazioni.

Pubblicità

L’intervento chirurgico dovrà risultare il meno invasivo possibile e, nei casi più complicati, sarà opportuno fare riferimento a chirurghi maxillo-facciali e a strutture specializzate.

Sinistri in aumento, che fare? - Ultima modifica: 2013-12-20T08:00:04+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome