Sei a conoscenza degli innumerevoli vantaggi che il workflow di natura digitale può offrire alla tua attività clinica quotidiana? Grazie alla sua recente evoluzione, il flusso digitale in ambito Odontoiatrico è, ad oggi, considerato una realtà solida, sicura e precisa. Partiamo innanzitutto considerando le potenzialità degli scanner intraorali, protagonisti del primo modulo del nostro corso.

Perché inserire gli scanner intraorali in un corso

Gli scanner intraorali rappresentano, senza dubbio, gli attori principali della rivoluzione digitale che sta interessando l'odontoiatria.

Nasce così il primo modulo del corso “Il flusso digitale: interazione tra tecnologie 3D” con l’obbiettivo di avvicinare l’Odontoiatra al mondo degli scanner intraorali. Potrai acquisire tutte le potenzialità di questa tecnologia, nonché apprendere alcuni suggerimenti clinico-pratici fondamentali ai fini di ridurre i tempi di lavoro ed aumentare la qualità delle tue scansioni.

Pubblicità

Imparerai a conoscere le molteplici tecniche di scansione e a scegliere quella più adatta allo specifico quadro clinico, raggiungendo risultati migliori e predicibili nel tempo.

La curva di apprendimento svolge un ruolo fondamentale anche nelle tecnologie digitali. Al termine del corso, le nozioni tecnologiche presentate ti garantiranno un utilizzo più fruibile degli scanner intraorali con una curva di apprendimento più breve e rapida.

Il corso "Il flusso digitale: interazione tra tecnologie 3D"

Il flusso digitale subisce una costante pressione evolutiva sostenuta dalla crescente popolarità e diffusione. I chiari vantaggi del workflow digitale dipendono dagli scanner, dai software e dalle macchine CAM. Oggi il flusso digitale è quindi una realtà solida, sicura e precisa.

  • MODULO 1 GLI SCANNER INTRAORALI: TECNOLOGIA ED USI: I principi di funzionamento dello scanner intraorale (IOS) si estendono dal reverse engineering con tecnica di proiezione di luce strutturata alla generazione del modello virtuale tridimensionale. Il modulo tratterà le principali tecnologie esistenti ad oggi sul mercato concentrandosi sia sugli aspetti hardware che software. L’intento è quello di introdurre gli operatori del settore agli IOS, in modo tale da poterne sfruttare a pieno le potenzialità nella pratica clinica quotidiana.
  • MODULO 2 LE STAMPANTI 3D: TECNOLOGIA ED USI: In questo modulo tratteremo le tecnologie e le applicazioni delle stampanti 3D fotopolimerizzanti in ambito dentale. L’obiettivo sarà quello di introdurre al clinico le potenzialità di questi dispositivi nel quotidiano per il completamento del flusso digitale. Partendo dalla descrizione dei differenti hardware, si analizzerà il funzionamento dei software esistenti, concludendo con un approfondimento sui materiali resinosi utilizzabili e i manufatti di possibile realizzazione.
  • MODULO 3 I FLUSSI DIGITALI INTEGRATI: WORKFLOW CLINICI QUOTIDIANI: In questo modulo vengono illustrati i procedimenti che portano al compimento, mediante le sole tecnologie digitali, delle più comuni situazioni nella pratica clinica quotidiana. I flussi di lavoro proposti sono interamente digitali, dalla presa dell’impronta con scanner intraorali fino alla progettazione cad-cam e alla realizzazione, con stampante 3D in house, dei manufatti protesici e non. L’obiettivo è quello di proporre percorsi clinici codificati che permettano una fruibilità quotidiana delle tecnologie digitali.

Se ti interessa capire come utilizzare al meglio gli scanner intraolrali e le altre tecnologie 3D questo è il corso che fa per te! Scopri di più e approfitta della promozione Accademia Days con lo sconto del 50%.

 

Scanner intraorali e tecnologie digitali nello studio odontoiatrico: il corso dedicato - Ultima modifica: 2022-09-30T09:15:39+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome