Salute ed igiene orale: indicazioni per migliorarle nel paziente diabetico

Il cavo orale del paziente diabetico può presentare una particolare suscettibilità a infezioni e irritazioni locali, inoltre può manifestare processi riparativi e rigenerativi rallentati rispetto alla norma. Nello studio odontoiatrico la presenza di pazienti con un’età media sempre più elevata impone un’attenzione particolare a questo tema, in quanto i risvolti sull’attività clinica possono rivelarsi importanti, specialmente nei casi in cui il paziente è scompensato o non sta seguendo una terapia. Il controllo delle infezioni orali è cruciale nel paziente diabetico, per la rapidità di progressione che queste possono avere e per l’interferenza con il decorso e la cura del diabete stesso. Le condizioni del cavo orale possono rappresentare infatti il primo campanello d’allarme.

Alterazioni specifiche possono manifestarsi anche precocemente e devono destare l’attenzione dell’odontoiatra, che svolge una importante azione -sentinella nel riconoscimento della patologia.

Il diabete è una condizione in cui l’organismo o non riesce a produrre insulina (diabete di tipo 1), o l’insulina prodotta non è più efficace (diabete di tipo 2).

L’insulina è un ormone prodotto nelle cellule beta delle isole di Langerhans, all’interno del pancreas. Essa viene rilasciata direttamente nel flusso sanguigno ed è quindi parte del sistema endocrino. L’insulina facilita il passaggio del glucosio dal sangue alle cellule, così da permettere che venga utilizzato per la produzione di energia.

Un individuo con diabete non controllato, oltre ai deficit “classici” della malattia, presenta un rischio più elevato di infezione, oltre a un tempo di guarigione prolungato in modo anormale che può compromettere gravemente la salute del suo cavo orale.

Oggi l’attenzione viene saggiamente rivolta anche alla relazione inversa, avendo osservato che una buona salute orale può portare miglioramenti sistemici nel paziente diabetico.

Diversi studi infatti hanno dimostrato che il trattamento della malattia parodontale ha un’influenza sul controllo glicemico sia nel diabete di tipo 1, sia in quello di tipo 2.

Sono stati segnalati inoltre diversi fattori di rischio in grado di mettere ulteriormente a repentaglio la salute orale, rendendo i pazienti affetti da diabete più suscettibili alle patologie del cavo orale; specie chi presenta scarsa igiene orale, scarso controllo metabolico, storia di diabete di lunga data e abitudine al fumo.

L’insieme di queste specifiche condizioni, influenza negativamente la salute orale, causando un rischio aumentato di:

  • Patologia parodontale,
  • Malattia cariosa
  • Patologia periapicale
  • Disordini delle mucose orali
  • Xerostomia
  • Burning Mouth Sindrome

Risulta perciò fondamentale rendere edotto il paziente dei rischi che la propria condizione di diabetico comporta, e che questo venga accuratamente informato sulle strategie di igiene da adottare metodicamente per minimizzare i rischi.

La gamma completa di prodotti Curasept permette all’odontoiatra di rispondere alle esigenze dei suoi pazienti affetti da patologia diabetica e di consigliare loro manovre semplici – tanto da diventare presto abitudini – ed efficaci per la cura della propria salute orale.

Nella nostra monografia potrai trovare un quadro più dettagliato della problematica e alcuni suggerimenti per migliorare l’igiene orale del paziente diabetico.

Scarica la monografia "Diabete e cavo orale: patologie e correlazioni"

Salute ed igiene orale: indicazioni per migliorarle nel paziente diabetico - Ultima modifica: 2019-01-18T10:04:26+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome