Roma, 23 novembre: L’odontoiatria a Km zero

Dopo aver proposto un piano nazionale di prevenzione per le fasce deboli, e in particolare per tutti i bambini di famiglie con reddito Isee sotto 8 mila euro/anno, l’Associazione Italiana Odontoiatri (AIO) scopre il mondo dei consumatori invitandolo a dialogare. AIO vuol sapere dai pazienti come vedono il dentista, perché lo considerano costoso, perché preferiscono la prestazione “impersonale” di un centro low cost al confronto con il curante tradizionale e quali risposte essi si aspettino da quest’ultimo.

Ė questo il tema centrale del III congresso politico AIO che si terrà domani a Roma all’Hotel Cavour Centro Congressi. Verranno trattati temi quali la voglia di dipendenza dei giovani colleghi, gli aspetti fiscali che affliggono il dentista e i rimedi per farvi fronte; la possibilità che la società tra professionisti sia la risposta ai problemi di costi crescenti e della burocrazia, la possibile alleanza tra odontoiatri e servizio sanitario nazionale per la prevenzione delle fasce deboli, perché anche sul lato previdenziale crescono i timori di estinzione per il dentista, perché convenga un patto con un dentista di fiducia che segua nel tempo pazienti e famiglie.

Per informazioni scrivere all’Ufficio Stampa Associazione Italiana Odontoiatri, Mauro Miserendino: mauromiserendino@virgilio.it

Pubblicità
Roma, 23 novembre: L’odontoiatria a Km zero - Ultima modifica: 2013-11-22T09:56:49+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome