Le riabilitazioni con basso numero di impianti, che sfruttano l’osso residuo del paziente inclinando le fixture, come la metodica All-on-Four®, sono ormai diventate una valida opzione terapeutica supportata da una sempre più vasta letteratura sull’argomento, con percentuali di successo molto elevate. Se da un lato il protocollo chirurgico è ormai validato da numerosi anni, l’aspetto protesico e funzionale è attualmente oggetto di numerosi sviluppi relativi principalmente l’utilizzo dei materiali scelti e al setup occlusale. L’obiettivo di questo articolo è proporre un protocollo di finalizzazione protesica di un All-on-Four® mascellare con l’ausilio dell’elettromiografia di superficie e del relativo software di analisi (Teethan®), garantendo la consegna di una protesi con corretta funzione muscolare in grado di evitare sovraccarichi funzionali al sistema masticatorio e agli impianti stessi.

 

Matteo Clericò1, Roberto Broggi2 , Lavinia Sacchi2, Enrico Agliardi2
1Odontoiatra, Libero professionista, Milano
2Università Vita-Salute San Raffaele, Milano

Pubblicità

Continua a leggere su DM Club,
la sezione premium de Il Dentista Moderno

Registrati al sito e accedi subito ad una selezione di articoli free come questo, indicati con il logo DM CLUB Free Premium CREA UN ACCOUNT

Fai già parte del DM Club?

Abbonati a Il Dentista Moderno per accedere a tutti gli altri contenuti e vantaggi riservati agli abbonati.

Riabilitazione implantare guidata di tipo All-on-Four®: caso clinico con proposta di protocollo EMG - Ultima modifica: 2021-02-15T17:07:52+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome