Resto al Sud: novità per il progetto che sostiene le nuove imprese al Sud Italia

124
DM_il-dentista-Moderno_sud-italia.jpg

Ci sono novità per quanto riguarda il progetto “Resto al Sud”, promosso dalla Legge di Bilancio 2019, che si propone di incoraggiare lo sviluppo di imprese locate nel Mezzogiorno. Tra gli elementi di interesse, un’estensione che include anche le libere professioni e l’innalzamento dell’età massima dei beneficiari da 35 a 45 anni.

Potranno aderire al progetto tutti coloro che sono residenti o che si dichiarano disponibili a trasferirsi stabilmente al Sud Italia.

Le spese necessarie per avviare la nuova impresa saranno coperte al 100% (35% come contributo a fondo perduto e 65% come finanziamento bancario assistito dal Fondo di garanzia per le PMI), per un importo massimo di 200mila euro (massimo 50mila euro per ogni socio coinvolto nella società).

Gli odontoiatri liberi professionisti che intendono approfittare di queste agevolazioni non devono essere stati titolari di partita Iva nei dodici mesi precedenti per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento.

 

Resto al Sud: novità per il progetto che sostiene le nuove imprese al Sud Italia - Ultima modifica: 2019-01-31T07:42:22+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome