Quando ritirarsi

Enpam fornisce un servizio online che permette di verificare la propria posizione amministrativa e i versamenti dei contributi previdenziali; attraverso il sito dell’Ente è possibile calcolare, a seconda delle proprie esigenze, quale sarà il profilo economico-finanziario una volta cessata l’attività professionale. Avere dunque informazioni contabili sulla pensione non presenta particolari difficoltà. La domanda che invece a volte capita di porsi è più orientata al quando e al come smettere di lavorare. In principio bisogna infatti chiedersi se saremo noi stessi a dover scegliere di finire la nostra carriera o qualcuno dovrà indicarci la strada delle dimissioni. Per tanti odontoiatri stabilire un limite non è facile; spesso si rischia di posticipare la data ultima in attesa di un evento che renda il fatto obbligato. L’allungamento dell’aspettativa di vita ha reso la problematica ancor più complessa. La possibilità di far fronte alla degenerazione dell’organismo dovuta all’invecchiamento mediante cure mediche e farmacologiche consente di prolungare la capacità operativa dei dentisti in età geriatrica. L’utilizzo di nuove tecnologie in campo scientifico, il mantenimento delle proprie performance fisiche, il costante allenamento delle proprie facoltà psichiche rende più “giovani”, permettendo di vivere meglio fuori e dentro l’ambito professionale. Con due “cristallini” nuovi di zecca, un esoscheletro per i problemi articolari, qualche “stent” e un portapillole elettronico dalle dimensioni generose riusciremo forse ancora a curare i nostri assistiti. Cura dell’alimentazione, massaggi, fisioterapia e palestra rinvigoriranno i nostri corpi; giochi al computer ed esercizi sui nostri device mobili manterranno alto il livello di concentrazione e stimoleranno le nostre connessioni cerebrali. Arriverà poi il giorno in cui, entrando in ambulatorio, non riconosceremo i pazienti; magari nemmeno le assistenti. Avremo forse sbagliato studio oppure il tempo per fare quello che dovevamo. Pianificare la propria terza età non è affatto facile come non è semplice per i nostri ragazzi programmare la propria carriera. Per “vecchi” e “giovani” la soluzione potrebbe essere quella di guardare il futuro in maniera sinergica. L’importante è che gli uni e gli altri non perdano la reciproca fiducia e vivano il presente con altruismo.

Quando ritirarsi - Ultima modifica: 2016-02-09T12:41:12+00:00 da Dino Re

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome