Quali sono i criteri di selezione e valutazione dei servizi odontoiatrici per i pazienti?

L’assistenza sanitaria orientata al consumatore genera benefici significativi negli esiti fisici e psicologici dei pazienti, nonché nello sviluppo di sistemi di salute sociale.

Essa, infatti, non si limita a trattare fattori come la sola efficacia clinica ma comprende anche quelli riguardanti le preferenze dei pazienti come consumatori di servizi sanitari.

Sebbene l'approccio orientato al consumatore sia stato adottato da molti sistemi sanitari in tutto il mondo, vi sono zone in cui la scarsa diffusione dei servizi odontoiatrici desta preoccupazione.

Pubblicità

Ad esempio, i dati del New Zealand Oral Health Survey in merito alla Nuova Zelanda,  riportavano che, sebbene nel 2017 fosse stata stanziata una quantità significativa di sovvenzioni per lavori odontoiatrici, metà della popolazione neozelandese avesse rimandato le cure dentistiche necessarie a causa di diverse ragioni, tra le quali il costo.

Lo scopo del presente studio era dunque di identificare ciò che spinge i pazienti Neozelandesi a cercare i servizi odontoiatrici, quali ostacoli esistono a tali servizi e in che modo le percezioni in termini di valore del servizio possono differire tra i principali gruppi di consumatori socio-demografici.

L’indagine è stata attuata tramite la somministrazione di un questionario online a 249 residenti in Nuova Zelanda.

Il questionario consisteva in tre sezioni principali:

  • La prima determinava la necessità di trattamento del paziente e chiedeva ai partecipanti di identificare i motivi per cui avevano o non avevano cercato un dentista negli ultimi due anni
  • La seconda esaminava i fattori che incoraggiavano i partecipanti a cercare un trattamento odontoiatrico, nonché gli ostacoli alla ricerca di un trattamento
  • La terza esaminava diversi aspetti della "pratica dentale", incluso il tipo di pratica a cui i partecipanti si erano sottoposti e i fattori che li avevano influenzati a sceglierla rispetto ad altre.

Le risposte sono state registrate tramite una scala Likert a 7 punti (1 = molto importante; 7 = per niente importante).

I motivi più frequenti per considerare la visita odontoiatrica sono risultati il ​​check-up (77%), la pulizia (57%) e il sollievo dal dolore 36%).

Il fattore incoraggiante più comune era il desiderio di trattare un problema percepito.

Il costo e l'etnia dei consumatori hanno avuto un impatto significativo sul modo in cui i servizi dentistici sono stati percepiti e ricercati: il costo era l'ostacolo più comune,  la comodità del luogo e l'indirizzamento di professionisti erano i fattori con maggiori probabilità di influenzare la scelta.

I partecipanti hanno ritenuto che la caratteristica più importante che un dentista potesse dimostrare fosse quella di discutere con loro le opzioni di trattamento prima di attuare qualsiasi opzione di cura.

In questo studio, l'ostacolo più significativo alla ricerca di servizi odontoiatrici tra i partecipanti è stato il costo percepito come elevato, tant’è che il principale fattore motivante nel ricercare le cure era il bisogno critico di sollievo dal dolore.

Ciò suggerirebbe la necessità di un modello economico che dia priorità al mantenimento della salute orale piuttosto che alle sole cure in fase critica.

Riferimenti bibliografici a proposito dei pazienti e delle loro scelte

https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0253517

 

Quali sono i criteri di selezione e valutazione dei servizi odontoiatrici per i pazienti? - Ultima modifica: 2022-05-15T18:36:55+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome