Predicibilità del carico immediato nelle riabilitazioni con overdenture inferiore

DM_il-dentista-moderno_paziente-totalmente-edentulo-protesi-totale-prima-impronta- overdenture su impianti_resine acriliche

L'aggiunta di un sostegno implantare costituisce un'opzione a impatto contenuto dal punto di vista chirurgico e anche economico, permettendo di stabilizzare in maniera efficace una protesi tipo overdenture in sede mandibolare. Diversi studi hanno parametrato i relativi vantaggi, che spaziano dalla stabilità, appunto, all'efficacia della funzione masticatoria, alla soddisfazione del paziente e oral health-related quality of life.

Ribadita la validità e la predicibilità della procedura, è interessante considerare come si possano ottimizzare i protocolli operativi al fine di facilitare il workflow alla poltrona e in laboratorio e, ancora una volta, minimizzare il discomfort per il paziente. Un'opzione tra le maggiormente studiate nell'implantologia contemporanea consiste nell'intervento sul timing del carico protesico.

I protocolli classici prevedevano l'attesa di un periodo di osteointegrazione compreso tra i 3 e i 6 mesi, anche a livello mandibolare. Oggi il carico immediato, cioè la funzionalizzazione entro una settimana dal posizionamento a torque adeguato degli impianti, viene applicato in una varietà di sedi mascellari e tipologie di riabilitazioni implanto-protesiche. Nel caso specifico della protesi overdenture inferiore, il carico immediato non rappresenta in alcun modo una novità: i primi lavori, compresi alcuni studi retrospettivi con risultati già soddisfacenti, risalgono infatti a fine anni '90.

Pubblicità

La validità e la predicibilità proprie di una terapia implantare di successo devono mantenersi anche in termini prospettici: il dato della variazione di livelli di osso marginale era stato indagato anche in quel momento, ma per indisponibilità di trial clinici randomizzati, non era risultato possibile eseguire meta-analisi. A tale, proposito, un gruppo di lavoro giapponese ha voluto più di recente aggiornare lo status delle evidenze producendo una nuova revisione sistematica della letteratura, pubblicata a inizio 2019.

Overdenture inferiore su impianti a carico immediato

Lo studio ha considerato in maniera esclusiva gli studi RCT incentrati sul dato della variazione di livello osseo marginale, con un follow-up minimo di 12 mesi, e prodotti appunto a partire dal 2000 (e aggiornati a novembre 2017). Sono state sondate le banche dati PubMed, MEDLINE e Cochrane Library.

Partendo da un pool iniziale di 72 record, 5 articoli sono stati portati alla valutazione qualitativa e su quattro di questi è risultato possibile condurre una meta-analisi.

Il campione finale ha compreso 130 pazienti, divisi in un gruppo test (overdenture inferiore su impianti a carico immediato) da 70 pazienti e un controllo (protocollo di carico differito tradizionale) da 60. La variabile considerata consiste nella variazione del livello di osso marginale valutata radiograficamente. Non risultano differenze statisticamente significative nei due gruppi al follow-up di 6 e 12 anni. Gli autori hanno potuto concludere indicando il carico immediato come un'opzione percorribile al pari di quello tradizionale.

Riferimenti bibliografici

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30733841

Predicibilità del carico immediato nelle riabilitazioni con overdenture inferiore - Ultima modifica: 2019-04-23T07:35:20+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome