Odontoiatria: come trasmettere i dati con il Sistema Tessera Sanitaria

DM_il dentista moderno_Odontoiatria come trasmettere i dati con il Sistema Tessera SanitariaDM_il dentista moderno_Odontoiatria come trasmettere i dati con il Sistema Tessera Sanitaria
  • Utilizzare l’area riservata del STS:  collegandosi al sito www.sistemats.it si trova la voce di menù “Gestione dati spesa 730” che apre la sezione “730 precompilato – Spese sanitarie”.
    Qui si devono inserire i dati di una fattura, il codice fiscale del paziente, la propria partita IVA, la data di incasso e pochi altri dati. Seguendo questa procedura, si dovrà inserire una fattura alla volta.
  • Delegare un professionista abilitato: è possibile delegare vari tipi di consulenti, come commercialisti, consulenti del lavoro, CAF, tributaristi. La cosa fondamentale è che siano in possesso delle credenziali Entratel (commercialisti e consulenti del lavoro le possiedono sicuramente, in quanto si tratta delle password che usano per trasmettere le dichiarazioni dei redditi). Per delegarlo si deve entrare nella propria area riservata sul sito STS, entrare nella sezione “730 precompilato” e seguire la procedura per effettuare la delega. In questo caso l’invio sarà fatto per conto vostro dal professionista. In caso di studi associati sarà il “rappresentante” a dover delegare, per la trasmissione delle eventuali fatture emesse come libero professionista in odontoiatria (con partita IVA diversa da quello dello studio associato) lo stesso professionista. Con una procedura un po’ più lunga, sarà possibile anche revocare tale delega in qualsiasi momento.
  • Utilizzare il servizio legato al proprio software gestionale: diverse aziende che producono software gestionali per gli studi odontoiatrici permettono di inviare i dati direttamente dal proprio programma gestionale.
  • Software ANDI: ANDI ha predisposto un software utilizzabile gratuitamente dai soci. Per accedere a questo software, sarà necessario accedere con le credenziali dell’area riservata del sito ANDI.

Se l’odontoiatra è in possesso di una partita IVA come libero professionista, è direttore sanitario di un centro odontoiatrico o è il rappresentante delegato in uno studio associato, potrà inviare i dati per tutte queste strutture con le stesse credenziali di accesso al STS, inserendo nel campo “partita IVA”, la partita IVA del soggetto fiscale che ha emesso la fattura.

Quali dati vanno inviati

Devono essere inviati tutti i dati delle fatture rilevanti per la detrazione delle spese mediche del paziente del 2015. Se la fattura è datata 2014, ma l’incasso è stato effettuato nel 2015, i dati di quella fattura devono essere inviati.

Pubblicità

Devono essere inviati anche i dati di eventuali rimborsi emessi ai pazienti nel 2015.

Non sono da inviare i dati di fatture emesse che non riguardano prestazioni sanitarie (es. consulenze, compensi con IVA per prestazioni professionali verso enti o società, …). In generale le fatture con IVA non vanno inviate in quanto, se hanno l’IVA, non sono prestazioni sanitarie in senso stretto.

DM_il dentista moderno_sistema tessera sanitaria_ sanzioni_dati

Sanzioni

Per ogni fattura non inviata o per ogni importo inviato in modo errato è prevista una sanzione di 100 euro fino ad un massimo di 50 mila euro.

Nel caso si dovesse inviare una fattura in più, che non si sarebbe dovuta trasmettere, non sono previste sanzioni (motivo per il quale, nel dubbio, è meglio inviarla).

Per il 2015 non è previsto che vengano applicate sanzioni per medici e dentisti che invieranno in ritardo, o con errori (a patto che non comportino una maggiore spesa da parte dell’Erario), i dati delle spese sanitarie effettuate dai propri pazienti.

Odontoiatria: come trasmettere i dati con il Sistema Tessera Sanitaria - Ultima modifica: 2016-01-22T07:11:12+00:00 da redazione

1 commento

  1. Sistema Tessera Sanitaria: proroga al 9 febbraio per l’invio dei dati | DM Il Dentista Moderno

    […] stata prorogata al 9 febbraio 2016 la data ultima per l’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie effettuate nel 2015. Lo ha reso noto l’agenzia delle […]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome