Nuovo studio individua cellule sensibili ai batteri nelle gengive

DM_il-dentista-moderno_cellule-chemosensoriali-batteri-gengiva.

Nelle gengive sono state individuate delle cellule sentinella – chiamate cellule chemosensoriali solitarie – in grado di segnalare la presenza di batteri dannosi per l’organismo e attivare una reazione immunitaria. La scoperta, pubblicata su Nature Communications, è dell’italiano Marco Tizzano, ricercatore presso il Monell Chemical Senses Center di Philadelphia.

Nel corso dello studio, Tizzano ha scoperto che le cellule chemosensoriali solitarie sono particolarmente sensibili al gusto amaro che si associa tipicamente ai batteri, un’informazione che potrebbe rivelarsi molto utile se usata, ad esempio, per individuare le molecole che attivano le cellule sentinella e selezionare quelle più adatte a diventare la base di collutori e dentifrici, migliorando così la prevenzione di patologie come la parodontite.

 

Nuovo studio individua cellule sensibili ai batteri nelle gengive - Ultima modifica: 2019-10-14T07:38:00+00:00 da redazione
Nuovo studio individua cellule sensibili ai batteri nelle gengive - Ultima modifica: 2019-10-14T07:38:00+00:00 da redazione
Nuovo studio individua cellule sensibili ai batteri nelle gengive - Ultima modifica: 2019-10-14T07:38:00+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome