Micro-TC in endodonzia: valutazione del deterioramento progressivo di strumenti rotanti

DM_il-dentoista-moderno-tc_tac_esami_micro-tc in endodonzia

L'introduzione degli strumenti endodontici rotanti ha rappresentato un fondamentale passaggio evolutivo nella pratica endodontica, tanto da rendere non più sostenibile oggi una clinica quotidiana che non ne preveda l'uso. D'altra parte, questi strumenti richiedono alcune precauzioni, in quanto non esenti da fenomeni traumatici, legati proprio al movimento meccanico.

Diverse metodiche sono state proposte al fine di valutare sperimentalmente l'integrità strutturale degli strumenti. Di recente, uno studio brasiliano, pubblicato su Engineering Failure Analysis, ha testato in questo campo la tecnica della micro-tomografia computerizzata.

Micro-TC in endodonzia

La micro-TC è una tecnica non invasiva (nel senso che non altera la morfologia dell'oggetto indagato) che consente di analizzare centinaia di sezioni di un determinato campione. È in grado di fornire immagini tridimensionali (anche relative alla struttura interna) e permette di calcolare in automatico i dati di area e volume.

Considerando il solo ambito odontoiatrico, la micro-TC ha una gamma ampia di applicazioni su tessuti biologici ma anche su artefatti: permette infatti di studiare anche la microstruttura di oggetti metallici.

Il campione esaminato nello studio consiste in uno strumento rotante con movimento reciprocante #25 a conicità 0.08: si tratta di una sistematica single-file. La prima scansione microtomografica è stata eseguita sullo strumento ancora non utilizzato, di modo che questo potesse fare da controllo per le successive rilevazioni. All'interno dello scanner micro-TC, lo strumento è stato posizionato su di un supporto atto ad assicurare la ripetibilità dell'esame.

Già prima dell'uso, sono state rilevate aree di radiotrasparenza indicative della presenza di micro-cavità.

Lo strumento è stato utilizzato nel contesto di una simulazione di un protocollo reale su di appositi blocchi di resina acrilica. Una sequenza trifasica dentro-fuori (pecking motion) è stata ripetuta, sotto regolare irrigazione con NaOCl, fino al raggiungimento del forame apicale simulato. Terminata la lavorazione di un blocco, lo strumento è stato sottoposto a scansione micro-TC, dopodiché si è passati a un altro blocco. Così via fino alla completa frattura dello strumento: l'ultima scansione ha interessato il solo moncone del lato dell'operatore. L'evento si è verificato nel corso della strumentazione del blocco n. 4, ovvero del quarto utilizzo clinico. Durante l'uso si è registrata la formazione e la propagazione, in maniera apparentemente non lineare, di crack di superficie.

Nella sezione trasversa del moncone fratturato, infine, sono stati osservati aree di lacerazione della struttura metallica, angoli di taglio completamente smussati e aree radiotrasparenti indicative di maggiore perdita strutturale.

A conclusione di questo studio preliminare, si può indicare nella micro-TC una metodica progressiva utile alla valutazione di nuovi strumenti, leghe e movimenti rotanti, che costituiscono materie di aggiornamento continuo nel panorama dell'endodonzia.

Riferimenti bibliografici relativi a micro-tc in endodonzia

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S1350630718304709

 

Micro-TC in endodonzia: valutazione del deterioramento progressivo di strumenti rotanti - Ultima modifica: 2019-10-25T07:08:25+00:00 da redazione
Micro-TC in endodonzia: valutazione del deterioramento progressivo di strumenti rotanti - Ultima modifica: 2019-10-25T07:08:25+00:00 da redazione
Micro-TC in endodonzia: valutazione del deterioramento progressivo di strumenti rotanti - Ultima modifica: 2019-10-25T07:08:25+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome