Le lesioni nervose del cavo orale sono gravate al giorno d’oggi dall’incertezza diffusa nell’orientamento diagnostico, terapeutico e di follow-up. La problematica, purtroppo, è spesso affrontata più attraverso consigli tra colleghi e “sentito dire” che seguendo un razionale scientifico.

Data la rilevanza occupata dal chirurgo maxillo-facciale nel trattamento di tali situazioni cliniche, la Società Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale (SICMF) ha deciso di elaborare le Raccomandazioni di buona pratica clinica nella gestione delle lesioni nervose del cavo orale. A tal fine è stato costituito un gruppo di lavoro polispecialistico costituito da chirurghi maxillo-facciali, odontoiatri e chirurghi orali, odontologi forensi, neurologi e neurofisiologi, psicologi clinici e terapisti del dolore, coordinato dal Prof. Federico Biglioli.

Pubblicità

L’elaborato, consultabile al link https://www.sicmf.org/gestione-lesioni-nervose-cavo-orale, fa chiarezza sull’argomento e fornisce un algoritmo al clinico con un valore scientifico garantito da una delle più autorevoli associazioni scientifiche nazionali.

La gestione delle lesioni nervose del cavo orale - Ultima modifica: 2021-05-27T16:35:26+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome