Il ritrattamento endodontico ortogrado

SONY DSC

Può essere un’alternativa all’estrazione e alla riabilitazione implanto-protesica dell’elemento trattato endodonticamente che presenti una lesione periapicale. È quanto sostiene Gianluca Fumei: nel rispondere al dubbio di Riccardo Baratto spiega come e quando adottare questa terapia a beneficio del paziente.

Chi è Gianluca Fumei
Si è laureato con lode in Odontoiatria e protesi dentaria presso l’Università degli Studi di Bari nel 1995, per poi perfezionarsi in endodonzia, nel 2009, presso il Dipartimento di Odontostomatologia dell’Università di Firenze. Professore a contratto per l’insegnamento di “Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia II” presso l’Università Degli Studi dell’Insubria Varese dal 2016, dal 2012 al 2019 è stato Responsabile per l’Endodonzia del Reparto universitario di Riabilitazione Orale dell’Istituto Stomatologico Italiano, diretto dal Prof. Dino Re. Socio Attivo AIE, Accademia Italiana di Endodonzia e della SIE, Società Italiana di Endodonzia, Fumei è Certified Member ESE, European Society of Endodontology, International Member AAE, American Academy of Endodontists ed ha frequentato il Microscope Training Center della University of Pennsylvania School of Dental Medicine Department Of Endodontics, di Philadelphia. Relatore a corsi e congressi nazionali ed internazionali, si occupa prevalentemente di endodonzia ed odontoiatria restaurativa.
Chi è Riccardo Baratto
Ha una laurea in Odontoiatria e protesi dentaria conseguita nel 2015 presso l’Universidad Europea de Madrid. Ha seguito diversi corsi di Endodonzia e Conservativa, tra cui il Continuing Education e il Corso Avanzato dell’Accademia Italiana di Endodonzia. In continuo aggiornamento negli ambiti endodontico e conservativo, Baratto è Socio AIE, Accademia Italiana di Endodonzia, nonché Socio AIC, Accademia Italiana di Conservativa. Si dedica prevalentemente all’endodonzia e alla conservativa con uno sguardo attento anche alla protesi.

 

Prova un senso di spaesamento l’odontoiatra coinvolto nell’affrontare casi di ritrattamenti endodontici su elementi in cui siano presenti sintomtologia algica e segni radiografici di patologia periapicale, laddove la cura canalare sembrerebbe sufficientemente congrua. La situazione si complica quando l’odontoiatra di maggior esperienza, e dunque con un maggior know-how, propone la scelta estrattiva e implantare come miglior soluzione per il paziente.

Questo contenuto è riservato ai membri DM Club.

Fai parte del DM Club?

Accedi per visualizzare il contenuto

Hai dimenticato la password?

Non sei ancora iscritto?

clicca ed entra nel club

Sei abbonato a Il Dentista Moderno ma non hai mai effettuato l’accesso all’area DM Club?

Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entrerai a far parte del DM Club ed entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@tecnichenuove.com

Il ritrattamento endodontico ortogrado - Ultima modifica: 2019-09-30T15:14:24+00:00 da monicarecagni
Il ritrattamento endodontico ortogrado - Ultima modifica: 2019-09-30T15:14:24+00:00 da monicarecagni
Il ritrattamento endodontico ortogrado - Ultima modifica: 2019-09-30T15:14:24+00:00 da monicarecagni
Il ritrattamento endodontico ortogrado - Ultima modifica: 2019-09-30T15:14:24+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome