Il Css limita il campo d’azione degli odontoiatri

Gli interventi estetici dell’odontoiatra “sono limitati alla terapia delle malattie e anomalie congenite e acquisite di denti, bocca, mascelle e relativi tessuti, quando la cura estetica è correlata all’iter terapeutico proposto al paziente e limitato alla zona delle labbra”. Ė il parere espresso dal Consiglio superiore di sanità (Css) sulle competenze dell’odontoiatra all’esecuzione di trattamenti di medicina estetica, arrivato all’Ordine dei medici di Roma.

“Il parere l’abbiamo chiesto noi – afferma Roberto Lala, presidente Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Roma e Provincia – volevamo chiarezza e indicazioni precise sulle competenze dell’odontoiatra. Ora l’abbiamo pubblicato sul nostro sito e comunicato via mail agli iscritti”.

“In pratica – spiega Lala – il Css ha stabilito che l’odontoiatra in questo tipo di procedure e atti medici non deve andare oltre le labbra. Inoltre, quanto scritto dal Css serve in caso di contenziosi medico-legali e per tutelare i nostri iscritti. Non era nostra competenza dirimere la questione, noi siamo super partes. E per questo abbiamo chiesto al Consiglio superiore di sanità. Se alcuni colleghi vogliono fare ricorso possono farlo, ma al ministero della Salute”, conclude Lala.

Pubblicità
Il Css limita il campo d’azione degli odontoiatri - Ultima modifica: 2014-10-06T16:05:30+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome