Fondo sanità Enpam

La previdenza complementare è nata con l’intento di assicurare al lavoratore la possibilità di mantenere in vecchiaia il tenore di vita raggiunto all’atto del pensionamento. Anche se in passato si è presentata più come un’opzione per chi poteva permettersela, al giorno d’oggi appare come una vera e propria necessità per le nuove generazioni di odontoiatri, sempre attenti al proprio futuro. 

Dal momento in cui il legislatore ha consentito alle Casse di previdenza per i libero professionisti di istituire forme pensionistiche complementari, l’Enpam ha dato vita al “Fondo Pensione Complementare a capitalizzazione per gli esercenti le professioni sanitarie“, in forma abbreviata “Fondo Sanità”, derivante dalla trasformazione del “Fondo Pensione Complementare a capitalizzazione per i dentisti”, che si propone di essere uno strumento di prevenzione complementare. 

A tale Fondo possono aderire tutti gli odontoiatri iscritti all’Enpam. Il suo scopo è quello di consentire ai lavoratori di percepire una pensione complementare che vada ad aggiungersi alle prestazioni del sistema pensionistico obbligatorio. A tal fine, raccoglie i contributi versati e li investe in strumenti finanziari ricorrendo a gestori professionali, seguendo le indicazioni di investimento che l’odontoiatra stesso sceglie tra le proposte offerte.

Pubblicità

La domanda di adesione deve essere effettuata mediante compilazione e sottoscrizione dell’apposito modulo (scaricabile dal sito www.fondosanita.it – Modulistica) e va fatta pervenire al Fondo mediante lettera raccomandata con posta prioritaria, accompagnata dalla copia della quietanza di versamento della quota di iscrizione, pari a 26,00 €, e dal Modulo dei beneficiari. Il nuovo associato al Fondo deve indicare nel modello di adesione l’importo della contribuzione annua che desidera versare espressa, per i lavoratori autonomi, in misura percentuale del proprio reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi relativo al periodo di imposta precedente (minimo 1%), mentre per i lavoratori dipendenti, in percentuale della retribuzione utile ai fini del calcolo del TFR. Tale percentuale potrà essere modificata in seguito alla richiesta del lavoratore in qualsiasi momento.

E’ possibile sospendere il versamento della contribuzione mantenendo, per i lavoratori dipendenti, l’obbligo del versamento del TFR maturando eventualmente conferito. La sospensione non comporta la cessazione della partecipazione al Fondo. In tal caso l’importo delle spese a carico dell’aderente sarà prelevato dal valore della propria posizione individuale. I periodi di sospensione dei versamenti sono comunque considerati ai fini del calcolo dell’anzianità contributiva.

Enpam: Convenzione con la polizza sanitaria “UNISALUTE spa”

L’Enpam  si è fatta promotrice di vari servizi offerti da terzi a condizioni agevolate. Tra le varie opportunità, è da sottolineare la sottoscrizione della polizza sanitaria integrativa con la Compagnia di Assicurazione “UNISALUTE Spa” (Gruppo Unipol). Questa assicura agli aderenti il rimborso delle spese di ricovero sostenute in occasione di interventi chirurgici o in seguito a gravi eventi morbosi non derivanti da patologie già conosciute prima dell’adesione alla polizza. 

Come ottenere più infornazioni sull’Enpam

L’Enpam mantiene aggiornati i propri iscritti attraverso diversi mezzi. Il più semplice ed immediato è il sito www.Enpam.it.

Qui è possibile trovare comunicazioni, regolamenti, news ed informazioni. E’ anche presente una sezione in cui si può reperire la modulistica previdenziale. 

Ogni iscritto potrà inoltre registrasi al sito e consultare on-line il proprio estratto conto contributivo, scaricare documenti ma anche inviare telematicamente la dichiarazione dei redditi tramite la compilazione on-line del Modello D, come pure generare on-line i bollettini MAV per gli acconti a titolo di riscatto o moduli CUD.

Arriva invece gratuitamente nelle case di tutti gli odontoiatri italiani il Giornale della Previdenza, che contiene editoriali, notizie ed informazioni utili. 

Per gli iscritti che dovessero invece necessitare di aiuto o risposte, è attivo un Call Center; basta chiamare il numero 06.4829.4829, il servizio è attivo dal lunedì al giovedì dalle 8.45 alle 14.00. E’ sempre possibile invece contattare la Fondazione attraverso l’indirizzo e-mail sat@Enpam.it.

Recandosi presso uno degli Sportelli Informativi Multimediali, posizionati presso gli Ordini dei Medici provinciali, muniti delle tessera personale Enpam, è possibile monitorare la propria posizione previdenziale, controllare l’estratto conto contributivo, visionare il cedolino della pensione o stampare il CUD.

Solo presso la sede Enpam di Roma è invece possibile recarsi presso degli Sportelli di Accoglienza per chiarire qualsiasi dubbio o risolvere un problema, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00,  e dal lunedì al giovedì dalle 14.30 alle 17.00.

http://www.Enpam.it/

http://www.fondosanita.it/

http://www.lapelle.it/politica_sanitaria/empam.htm

http://www.governo.it/

http://www.ordine-medici-firenze.it/

Fondo sanità Enpam - Ultima modifica: 2015-10-11T21:38:04+00:00 da redazione

1 commento

  1. Sanità 2016: giovani medici senza contratto in primo piano | DM Il Dentista Moderno

    […] è stata una chiusura facile quella del 2015, non per il mondo della sanità. Nel mese di dicembre non solo si è assistito a scioperi dei medici e alle dimissioni di Sergio […]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome